Vai alla home di Parks.it

Zona Speciale di Conservazione Magredi del Cellina

 
Carta d'identità
Cod. RN2000: IT3310009
Superficie: 4.372,00 ha
Province: PN
nome fotografia1
(foto di S. Fabian)
nome fotografia2
(foto di S. Fabian)
nome fotografia3
(foto di S. Fabian)

Sui resti dell'ultimo imponente scioglimento glaciale

Il territorio incluso nella ZSC fa parte di un'ampia area pianeggiante in lieve pendenza la cui ossatura principale è costituita dall'enorme conoide di deiezione del torrente Cellina. Si tratta di uno spesso materasso di sedimenti alluvionali grossolani di natura calcareo-dolomitica, rappresentati perlopiù da ciottoli, ghiaie e in minor misura sabbie di origine fluvioglaciale, alla cui formazione hanno contributo in misura minore anche le più recenti alluvioni postwürmiane. Ciò significa che il principale impulso all'erosione e successiva deposizione di tali materiali alluvionali avvenne ad opera delle acque fluvioglaciali dello stesso Cellina alimentate dall'imponente scioglimento delle calotte a partire dal termine dell'ultima fase glaciale (circa 10.000 anni fa).

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
Carta d'identità
Cod. RN2000: IT3310009
Superficie: 4.372,00 ha
Province: PN
Mostratevi online ai lettori di Parks.it
© 2022 - Regione Friuli Venezia Giulia