Vai alla home di Parks.it

Zona Speciale di Conservazione Magredi del Cellina

Carta d'identità
Cod. RN2000: IT3310009
Superficie: 4.372,00 ha
Province: PN
  • Il greto del Cellina (foto di S. Vaccher)
  • Brassica glabrescens (foto di S. Vaccher)
  • Averla piccola (foto di S. Vaccher)

Il territorio incluso nel SIC fa parte di un'ampia area pianeggiante in lieve pendenza la cui ossatura principale è costituita dall'enorme conoide di deiezione del torrente Cellina. Si tratta di uno spesso materasso di sedimenti alluvionali grossolani di natura calcareo-dolomitica rappresentati perlopiù da ciottoli, ghiaie e minor misura sabbie, di origine fluvioglaciale alla cui formazione hanno contributo in misura minore anche le più recenti alluvioni postwürmiane. Ciò significa che il principale impulso all'erosione e successiva deposizione di tali materiali alluvionali avvenne ad opera delle acque fluvioglaciali dello stesso Cellina alimentate dall'imponente scioglimento delle calotte a partire dal termine dell'ultima fase glaciale (circa 10.000 anni fa).

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
Banner Locale per la promozione del territorio
© 2019 - Regione Friuli Venezia Giulia