Vai alla home di Parks.it

Area Marina Protetta Capo Caccia - Isola Piana

Banner Locale per la promozione del territorio

Grotta del Giglio

Sub         

    Il sito
    Sul versante orientale, la parete di Punta Giglio forma un angolo ottuso per poi proseguire quasi rettilinea verso est. In questa zona si colloca la Grotta del Giglio alla quale si accede da un bassofondo cosparso di massi dominato da rocce svettanti che terminano degradanti su un fondo detritico. L'interno della grotta è levigato dall'azione del mare, con formazioni geologiche caratteristiche, come le marmitte dei giganti.

    I valori
    La parete e il fondo cosparso di massi sono ricoperti da alghe fotofile sostituite nelle zone in ombra da spugne e margherite di mare, che abbondano anche nelle profonde scanalature della falesia e all'ingresso della grotta. Qui la successione degli organismi verso la zona buia occupa una porzione limitata e le rocce poi si presentano spoglie, ricoperte da corallinacee incrostanti, serpulidi e dai foraminiferi Miniacina miniacea. Grandi marmitte dei giganti sono sul fondo del cunicolo, colme dei ciottoli che, movimentati dalle mareggiate, continuano ad ingrandire la conca. All'esterno della grotta l'ambiente è molto vario con massi sparsi e, scendendo oltre i 20 m, è possibile osservare colonie di corallo rosso in ambienti scarsamente illuminati.


    Grotta del Giglio - il Percorso Blu
    Grotta del Giglio - il Percorso Blu
    Grotta del Giglio, l'ingresso della grotta
    Grotta del Giglio, l'ingresso della grotta
    Grotta del Giglio, una marmitta dei giganti con i ciottoli che provocano il processo erosivo
    Grotta del Giglio, una marmitta dei giganti con i ciottoli che provocano il processo erosivo
     
    share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
    © 2020 - Azienda Speciale Parco di Porto Conte