Federparchi
Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali


La Carta Europea del Turismo durevole nelle Aree Protette


III. Il contenuto del vostro programma di azioni

Il vostro programma di azioni deve essere deciso in funzione degli obiettivi di difesa e di valorizzazione del patrimonio, di difesa dell'ambiente, di sviluppo economico e sociale, di miglioramento del contesto di vita e dei servizi per la popolazione, di incremento della qualità dell'esperienza dei visitatori. Tale programma costituisce la fase operativa della strategia di sviluppo turistico durevole del territorio, perciò tratta l'insieme delle poste in gioco messe in evidenza dalla diagnosi strategica.

Miglioramento della qualità dell'offerta

1. Definire le clientele principali.

2. Sviluppare nuovi prodotti per rispondere ai bisogni delle clientele focalizzate.

3. Predisporre un percorso avente come obiettivo la qualità sull'insieme del territorio.

4. Sviluppare con i partner le attività necessarie al miglioramento della qualità dell'offerta turistica.

Creazione di un'offerta turistica specifica

5. Individuare e sviluppare i prodotti e le attività che contribuiscono ad accentuare la specificità del turismo nelle aree protette. Può trattarsi di un turismo che preveda l'incontro con gli abitanti, la scoperta e la conoscenza degli ambienti naturali... In ogni caso, un turismo di questo tipo deve fondarsi su criteri di autenticità e di qualità ed essere compatibile con gli obiettivi di difesa dell'ambiente.

Sensibilizzazione del pubblico

6. Sviluppare le attività di educazione e di interpretazione.

7. Coinvolgere in questi compiti coloro che operano nel settore turistico.

8. Predisporre un programma di informazione (turistica e ambientale) dei visitatori, animata dal gruppo dell'area protetta e dagli operatori turistici.

9. Definire i messaggi di promozione turistica che contribuiscono a sensibilizzare il pubblico. 

Formazione

10. Predisporre i programmi di formazione necessari alla realizzazione degli obiettivi stabiliti dalla strategia.

  • Formazione di coloro che operano nel settore turistico per la conoscenza del patrimonio, la gestione dell'ambiente, la ricezione del pubblico.
  • Formazione delle équipe dell'area protetta.
  • Formazione degli altri operatori interessati dall'attività turistica.

Protezione e miglioramento del contesto di vita e sostegno dei servizi

11. Definire le misure necessarie per assicurare uno sviluppo turistico nel rispetto del contesto di vita.

12. Definire i meccanismi che consentono il sostegno dei servizi pubblici da parte del turismo.

13. Predisporre i programmi per il tempo libero degli abitanti. 

Difesa e valorizzazione del patrimonio

14. Puntualizzare le misure di tutela e di valorizzazione degli ambienti sensibili, della fauna e della flora.

15. Scegliere le procedure per conservare e valorizzare il patrimonio.

16. Definire le misure per difendere l'ambiente e ridurre i rischi di danni.

17. Definire le misure necessarie per assicurare uno sviluppo turistico nei limiti delle capacità di accoglienza dell'ambiente naturale, culturale e sociale del territorio.

18. Individuare, con i partner, le opportunità per il turismo di contribuire alla manutenzione del patrimonio. 

Sviluppo economico e sociale

19. Predisporre i meccanismi che favoriscono un sostegno da parte del turismo all'economia locale.

20. Predisporre i meccanismi che favoriscono un sostegno da parte del turismo allo sviluppo sociale.

21. Predisporre i meccanismi che favoriscono una migliore ripartizione dei benefici derivanti dal turismo.

22. Predisporre i meccanismi che favoriscono lo sviluppo di nuove forme di occupazione.

23. Sviluppare le attività di partenariato necessarie affinché il turismo fornisca un migliore contributo all'economia locale e l'ambiente sia preso in considerazione in maniera più ampia.

Controllo dell'affluenza e della tipologia turistica

24. Predisporre i meccanismi di canalizzazione del flusso di visitatori nello spazio e nel tempo.

25. Predisporre le misure per la gestione dei trasporti (itinerari a piedi, piste ciclabili, servizi per riunire i visitatori nelle stazioni ferroviarie, ecc.).

Controllo e valutazione del programma di azioni

26. Accordarsi con i partner sugli indicatori di controllo del programma di azioni e sui metodi di raccolta delle informazioni.