Vai alla home di Parks.it

Monumento Naturale Garzaia di S. Alessandro

 

L'Area Protetta

Carta d'identità

  • Superficie a terra: 55.00 ha
  • Regioni: Lombardia
  • Province: Pavia
  • Comuni: Zeme
  • Provv.ti istitutivi: DCR 250 29/04/86 - LR 4 14/02/94
  • Elenco Ufficiale AP: EUAP0342

 

 

Il Monumento Naturale

La garzaia, sita nella Lomellina occidentale, sorge in una zona umida costituita dal paleoalveo del Torrente Agogna, nel territorio comunale di Zeme (PV).
Istituita come Riserva nel 1986 e quindi come Monumento Naturale nel 1994, è nata con lo scopo di tutelare e preservare gli ambienti idonei alla nidificazione degli aironi.
Occupa un'estensione di 256 ettari complessivi.
Sono presenti varie specie di mammiferi e di uccelli; le nidificazioni principali sono costituite da Nitticore, da Garzette, da Sgarze Ciuffetto e da Aironi Rossi.
Sono previste visite ed incontri didattici.
Per informazioni circa le visite guidate telefonare allo 0382/597831.

 

Vegetazione

Questa garzaia è la più estesa delle 13 presenti in tutta la provincia ed anche una delle più popolose. E costituita da un insieme di ambienti diversi: un bosco umido di ontani neri, alcune zone cespugliose di salicone, distese di canne palustri, di mazzasorde, di carici, e vaste aree allagate da acque sorgive prive di vegetazione.

 

Fauna

Questa varietà si riflette in una ricchezza di specie animali diverse, la cui componente più spettacolare è senza dubbio l'avifauna. Infatti oltre alla presenza di 1500 coppie di aironi nella stagione calda, non è difficile avvistare anche germani reali, martin pescatori, folaghe, gallinelle d'acqua, tarabusini, cannareccioni, usignoli di fiume e molte altre specie.
I più fortunati possono talvolta osservare in primavera il mignattaio e la spatola, mentre in inverno sono spesso presenti alcuni esemplari di airone guardolbuoi e di airone bianco maggiore. Infine nel periodo riproduttivo dei rapaci, si osservano regolarmente il falco di palude che nidifica tra le canne, e la poiana, "un'aquila" in miniatura diventata rara nella pianura. 

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Provincia di Pavia