Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

E' in corso la prima conferenza nazionale sulla biodiversità

"La Natura dell'Italia. Biodiversità e Aree protette: la green economy per il rilancio del Paese" - Oggi e domani a Roma, nell'aula magna de La Sapienza
(11 Dic 13)

    Si aperta poche ore fa la prima Conferenza nazionale sulla biodiversità dal titolo: "La Natura dell'Italia. Biodiversità e Aree protette: la green economy per il rilancio del Paese". Si tratta di una occasione irripetibile per avviare il più grande e ricco confronto nazionale tra istituzioni, esperti, operatori del settore, per conoscere e discutere le politiche per la valorizzazione della biodiversità, l'attuazione degli indirizzi comunitari, le migliori pratiche finora sviluppate.

   L'obiettivo è quello di puntare al rilancio dell'economia italiana ripartendo dall'immenso capitale naturale che caratterizza il nostro Paese, dalle aree protette all'agricoltura, ai prodotti tipici, all'artigianato di qualità.

   Questo il PDF programma dei lavori odierno, suddiviso in 4 sessioni:  

   Domani, nel secondo giorno dell'appuntamento, sarà presente quasi al completo il Governo, a partire dal presidente del consiglio Enrico Letta, insieme alle massime cariche dello Stato: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - che interverrà nella mattinata - i presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso. E saranno ben otto i ministri che si confronteranno sulle possibilità di uscire dalla crisi utilizzando le potenzialità del nostro capitale naturale: a intervenire, oltre al ministro dell'Ambiente Andrea Orlando e allo stesso Letta, i responsabili dell'Economia Fabrizio Saccomanni, del Lavoro Enrico Giovannini, delle Infrastrutture Maurizio Lupi, della Salute Beatrice Lorenzin, degli Affari europei Ezio Moavero, dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, dell'Agricoltura Nunzia De Girolamo, della Coesione territoriale Carlo Trigilia.

    Assieme a loro il Commissario europeo all'Ambiente Janez Potocnik, i presidenti delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato Ermete Realacci e Giuseppe Marinello, il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il rettore della Sapienza Luigi Frati e i vertici delle maggiori associazioni ambientaliste.

   Per la cronaca, ad aprire i lavori, questa mattina, è stato il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando: "Per molti anni abbiamo considerato lo sviluppo economico e la tutela dell'ambiente come obiettivi tra loro inconciliabili. E' stato un errore pagato a caro prezzo perché proprio quell'ambiente che abbiamo gravemente sacrificato ci si presenta oggi come una straordinaria opportunità  per rivedere e rinnovare il nostro modello di sviluppo". Orlando chiede di puntare su "una nuova economia orientata alla sostenibilita', alla tutela dell'ambiente e alla valorizzazione delle aree naturali, facendo investimenti produttivi perche' solo attraverso un'efficace conservazione del capitale naturale si pongono le basi per la realizzazione di un benessere duraturo".

 
Area Protetta: Diverse  |  Fonte: Federparchi
Save the date dell'evento
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2019 - Parks.it