Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

MAREGOT a Festambiente con Parco, Lamma e Regione Toscana

(Rispescia , 13 Ago 17)



Fino al  15 agosto a Rispescia (Grosseto) si terrà l'annuale appuntamento di Festambiente, il festival internazionale di Legambiente quest'anno dedicato all'economia civile. Il progetto europeo MAREGOT non poteva mancare all'appuntamento dato che sia il Parco Nazionale del Parco delle Cinque Terre siala Regione Toscana sia il LAMMA, partner del progetto, saranno presenti.
Un'occasione dunque per  parlare di gestione cordinata e transfrontaliera della costa dell'area Interreg Marittimo.

Il progetto Maregot, incentrato sulla prevenzione e la gestione dei rischi derivanti dall'erosione costiera, intende contribuire ad una crescita delle conoscenze e della consapevolezza dei principali target rispetto alla tematica ambientale della gestione costiera integrata. Per raggiungere tale scopo, è stato predisposto un piano di comunicazione del progetto che contiene azioni specifiche rivolte ai singoli target e prevede una importante ricaduta sul territorio.  Il progetto definirà una strategia di comunicazione transfrontaliera che approfondirà altresì la conoscenza dei contesti locali per rispondere alle esigenze di ogni singolo territorio.

L'implementazione del piano sarà monitorata per valutarne i risultati e l'efficacia delle azioni realizzate. La strategia e il piano di comunicazione saranno aggiornati in corso d'opera, in risposta alle esigenze che emergeranno durante il progetto Sono previste azioni di comunicazione e sensibilizzazione, quali eventi sui territori del progetto organizzati nell'ambito di ogni regione. Per la divulgazione della strategia e dei risultati del progetto saranno realizzati due eventi transfrontalieri, per un confronto costruttivo con i territori.

Nell'ambito di tale strategia si intendono definire strumenti volti alla comunicazione del rischio alla popolazione, nello specifico saranno realizzate Linee Guida per l'attivazione di strumenti di allertamento in caso di eventi calamitosi, di gestione dell'emergenza e della prevenzione dei danni nell'ambito marino costiero, ai fini della sicurezza delle persone e dell'integrità delle risorse e all'incremento della resilienza a livello locale. Le linee guida saranno elaborate avvalendosi di esperienze già maturate, il contributo del gruppo di lavoro e le sinergie con le attività di governance.

Nel prossimo semestre verrà predisposto il materiale informativo generale, comprensivo di una brochure di presentazione del progetto, dei testi per la creazione della sezione del portale del PO Marittimo dedicato al progetto, predisposti dal capofila e dal coordinatore di component. Altro materiale specifico per ciascun territorio potrà essere redatto da ogni singolo partner. Saranno inoltre valorizzati i canali informativi dei social network, sperimentando approcci innovativi volti al coinvolgimento delle singole categorie target.


Tutti i materiali saranno predisposti in italiano e in francese. Apposite azioni di comunicazione coinvolgeranno, anche i centri di educazione ambientale per rispondere alle esigenze di formazione degli studenti e del pubblico più giovane prevedendo un effetto moltiplicatore che potrà estendersi da questi a tutta la cittadinanza.

A seguito della fine del progetto tutti i partner diffonderanno attraverso le proprie reti di contatti i risultati ottenuti. La trasferibilità sarà inoltre garantita da azioni specifiche che saranno condotte durante la vita del progetto, in particolare sono previsti eventi territoriali che avranno il compito di attivare a livello locale la trasferibilità dei risultati e del metodo testato. La trasferibilità a più lungo raggio sarà realizzata attraverso la pagina Internet del sito del Programma Marittimo nella quale saranno messi a disposizione gli output del progetto e dalla partecipazione dei partner a tavoli di lavoro nazionali ed europei. Le Linee guida per la comunicazione del rischio potranno rappresentare un prodotto trasferibile su altri territori ed in altri contesti.

La base conoscitiva e i dati messi a sistema durante il progetto saranno inoltre utilizzati dai partner tecnici come banca dati utile ad implementare ulteriori monitoraggi, studi e modelli previsionali.

Il responsabile della component predisporrà, in collaborazione con tutti i partner, una strategia di comunicazione di carattere transfrontaliero del progetto. Si partirà dalla chiara identificazione e analisi di tutti i target , e si procederà all'individuazione dei key massaggi e degli strumenti funzionali a veicolarli.


L'implementazione di tale strategia sarà opportunamente monitorata e valutata in termini di efficacia
attraverso specifici indicatori di avanzamento e risultato .

Saranno individuati specifici indicatori per valutare lo stato di implementazione e di efficacia del piano di comunicazione, registrando punti di forza e di debolezza della strategia al fine di garantire l'efficacia delle
azioni messe in campo.

I partner del progetto predisporranno il materiale promozionale necessario a divulgare il progetto ed i suoi contenuti. Saranno inoltre predisposti materiali informativi puntuali per rispondere alle esigenze informative dei singoli target (cittadini, turisti, imprese, scuole) in particolare per tutti i soggetti fruitori della costa. Tutto il materiale sarà realizzato seguendo il manuale di identità al fine del facile riconoscimento del progetto e delle iniziative ad esso collegato.

Sarà realizzata una campagna informativa attraverso l'utilizzo dei social media (facebook, Instagram e twitter) con l'intento di coinvolgere con modalità alternative ed innovative i target del progetto. Il fine è spingere a comportament i responsabili per una gestione sostenibile della costa .

Area Protetta: PN Cinque Terre  |  Fonte: PN Cinque Terre
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2017 - Parks.it