Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

Federparchi lancia un appello a Gentiloni e alle forze politiche per "salvare" la Riforma della 394

Lo sottoscrivono 158 amministratori di aree protette ed enti locali. "Chiediamo una rapida e definitiva approvazione delle modifiche, sintesi di molteplici opinioni"
(14 Nov 17)

Il presidente di Federparchi Europarc Italia, Giampiero Sammuri, ha trasmesso ieri al presidente del consiglio Paolo Gentiloni, a una dozzina di ministri del suo governo, ai  presidenti dei gruppi del Senato, al presidente e ai membri della Commissione Ambiente del Senato, un appello sottoscritto da tante personalità impegnate sul fronte della gestione delle aree protette, di ogni orientamento culturale e di ogni appartenenza politica, per chiedere una rapida e definitiva approvazione del quadro di modifiche alla Legge 394 del 1991. Si tratta di una missiva breve e chiara, che trovate in allegato qui sotto.

  Federparchi chiede, senza alcuna faziosità o polemica, di non lasciar cadere il lavoro portato avanti negli ultimi cinque anni. L'appello è firmato da 54 tra presidenti, vicepresidenti e commissari di parco, 5 presidenti di Comunità del parco, 84 sindaci, 10 consiglieri di Federparchi, 11 consiglieri di Ente Parco, 6 amministratori comunali, 1 consigliere provinciale, 1 consigliere regionale e 1 assessore regionale, per un totale di 158 firmatari.

   "Abbiamo la consapevolezza – scrive Sammuri – di un'occasione storica che rischia di sfumare e di non ripresentarsi per molto, molto tempo. C'è il rifiuto dell'idea che possa essere affossato il frutto di un lungo lavoro unitario, sfociato in una sintesi felice tra tante opinioni. In prima lettura il provvedimento è stato approvato al Senato da un'ampia maggioranza, mi auguro che, nonostante il momento particolare, ci sia altrettanta convinzione. Il futuro dei nostri Parchi, che costituiscono tanta parte della ricchezza naturale del Paese, è troppo importante per essere messo a rischio dalla disattenzione e dall'inerzia di pochi giorni".


Allegati:
Area Protetta: Diverse  |  Fonte: Federparchi
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2017 - Parks.it