Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

Parchi: Sammuri "prima volta in 10 anni che c'e' voto negativo su nome"

Intervista all’Adn Kronos del presidente Federparchi: “Parlamento è sovrano, ma sono dispiaciuto”
(17 Gen 19)

 

 "A memoria mia è la prima volta, io sono presidente di Federparchi da 10 anni, che un nominativo proposto alle Commissioni riceve un voto negativo". Così il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri commenta all'Adnkronos vicenda legata alla nomina del generale Antonio Ricciardi alla presidenza del Parco del Circeo. E' la prima volta che questo accade "di sicuro negli ultimi 10 anni, prima non potrei dirlo ma ne sarei quasi sicuro. In genere se il ministro porta una proposta la maggioranza gliela vota". "Il Parlamento è sovrano ma sono  dispiaciuto per la persona, perché con il generale Ricciardi ho avuto modo di lavorare insieme in questi anni. E' una persona di grande spessore, di grandi capacità organizzative e morali che ha tutta la mia stima", aggiunge.


(AdnKronos) - "E, a mio personale giudizio, adatta a ricoprire quel ruolo in quel Parco che fino a poco più di 10 anni fa, dagli anni '30, è stato gestito dal Corpo Forestale dello Stato. Negli ultimi 10-12 anni c'è stato l'Ente Parco e lì c'è una presenza storica del Corpo Forestale, prima, e dei Carabinieri Forestali, poi, che a volte nel rapporto Parco-Carabinieri non sempre è stato oliato al 100% in questi anni; forse una persona di spessore come il generale può essere utile a semplificare questi rapporti", spiega Sammuri. Infine una considerazione sulle nomine: "Un primo elemento di valutazione, soprattutto quando si tratta di presidenti che hanno fatto un solo mandato, è partire da come quella persona che è scaduta ha fatto il presidente: se è una persona che ha svolto l'incarico in maniera buona, positiva e soddisfacente, credo sia utile andare a una riconferma".  (di Francesca Romano)

PARCHI: META' SONO SENZA PRESIDENTE, 12 SU 24 /SCHEDA = 

 Roma, 17 gen. (AdnKronos) (di Francesca Romano) - "Noi abbiamo attualmente 12 Parchi nazionali su 24 che non hanno il presidente: quindi la metà. Con alcuni casi abbastanza clamorosi tipo il Parco nazionale della Sila che è commissariato da 5 anni, che non ha né presidente né consiglio. Poi abbiamo il Parco dell'Appennino Lucano recentemente commissariato e altri 10 Parchi compreso quello del Circeo dove il presidente è scaduto e non è stato nominato quello nuovo, assolve le funzioni del presidente il vicepresidente". Così il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri ricostruisce con l'Adnkronos la situazione dei Parchi nazionali dopo la vicenda legata alla nomina del generale Antonio Ricciardi alla presidenza del Parco del Circeo. In particolare senza presidente sono: "Dolomiti Bellunesi, Cinque Terre, Foreste Casentinesi, Monti Sibillini, Majella, Circeo, Appennino Lucano, Gargano, Alta Murgia, Sila, Aspromonte, Asinara. Tra due mesi scade anche Abruzzo, Lazio e Molise quindi se non vengono fatte nuove nomine diventano 13". (segue)

(AdnKronos) - La mancanza di un presidente è una "cosa drammatica perché il presidente è il rappresentante legale dell'ente: di fatto il vicepresidente assolve provvisoriamente le funzioni quando il presidente non c'è ma non è il rappresentante legale dell'ente. Quindi è una cosa veramente complicata". "La nomina - spiega - la fa il ministro dell'Ambiente d'intesa col presidente o i presidenti, se sono più d'una, delle Regioni competenti e previo il parere delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato". Dunque "la situazione che abbiamo è che alcuni di questi 12 Parchi sono da molti anni in questa situazione. Il Parco Dolomiti Bellunesi sono tre anni forse quattro che non ha il presidente poi ce ne sono altri più recenti però siamo arrivati a 12 e tra due mesi ne scade un altro. La situazione è grave e complicata". (Rof/AdnKronos)

 

Area Protetta: Diverse  |  Fonte: Federparchi
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2019 - Parks.it