Vai alla home di Parks.it
Segnalazioni

In Patagonia, terra di emigrazione bellunese

(15 Apr 09)

Patagonia 2009: tra pinguini, balene e montagne incredibili

Un viaggio in Argentina del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi per avviare un nuovo progetto di cooperazione

Il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, in collaborazione con l'associazione Wild-viaggiatori di natura, onlus organizza un viaggio alla scoperta della natura della Patagonia.

L'occasione è offerta da un nuovo progetto di cooperazione internazionale avviato dal Parco bellunese per la piantagione di alberi nelle scuole rurali della Patagonia Argentina.

Queste scuole si trovano generalmente in zone di steppa: inospitali, con clima secco e ventoso, dove il pascolo del bestiame impedisce la crescita degli alberi e dove gli abitanti, per retaggio culturale, non piantano alberi di nessun tipo.

Attraverso questo progetto si punta a piantare nuovi alberi, adatti all'ambiente patagonico, con lo scopo di riparare la zona dai fortissimi venti; aumentare la consapevolezza degli studenti sui benefici legati alla piantagione degli alberi; avviare una campagna di sensibilizzazione sul riciclaggio dei rifiuti.

Dal 25 ottobre all'8 novembre prossimi, accompagnati dal Presidente e dal Direttore del Parco, Guido De Zordo e Nino Martino, i partecipanti al viaggio studio visiteranno alcune delle aree protette più note e importanti dell'Argentina e presenteranno il nuovo progetto.

Si parte dalla riserva naturale "Costanera do Sur", a Buenos Aires, dove si possono avvistare centinaia di diverse specie di uccelli che scendono al mare direttamente dalla selva amazzonica

Si prosegue con la Peninsula Valdes, una delle località più famose del pianeta per l'ecoturismo legato all'avvistamento dei cetacei e dei mammiferi marini in genere. Qui ci si fermerà due giorni, per osservare da vicino balene franche australi, otarie, leoni e elefanti marini.

La tappa successiva è alla riserva naturale di Punta Tombo, la più grande area di nidificazione dei pinguini di Magellano (che nel periodo previsto per il viaggio staranno svezzando i giovani nati nell'anno), passando per uno dei più importanti musei della preistoria di tutto il continente sud americano.

Il viaggio proseguirà a El Calafate, "capitale" del Perito Moreno, il più grande ghiacciaio del sud, anche lui però recentemente colpito dal riscaldamento globale, con la conseguenza tragica e spettacolare allo stesso tempo della caduta di enormi seracchi di ghiaccio nel sottostante lago Argentino.

È prevista anche la visita alle pendici del mitico Fitz Roy, con escursioni nei boschi profumatissimi di Faggio australe

Il viaggio si concluderà con alcuni giorni a Bariloche sede del parco argentino di Nahuel Huapi, con cui le Dolomiti Bellunesi sono gemellate.

Qui è previsto l'incontro con la locale comunità italiana che ha fondato la "capitale" dello sci e della cioccolata in Argentina.

Per informazioni ed iscrizioni: www.wildtour.it 


Area Protetta: PN Dolomiti Bellunesi  |  Fonte: PN Dolomiti Bellunesi
 
sharePrintshareMailshareFacebookshareDeliciousshareTwitter
© 2017 - Parks.it