Vai alla home di Parks.it

Parchi e Riserve del Canavese

 

Itinerario pedonale storico devozionale

  • Percorribilità: A piedi
  • Interesse: Religione, Storia
  • Partenza: Belmonte
  • Tempo di percorrenza:  30 minuti
  • Difficoltà: T - Turistico
  • Periodo consigliato: da gennaio a dicembre

A piedi

L'Epoca di costruzione delle cappelle facenti parte del complesso del Sacro Monte di Belmonte risale agli inizi del XVIII sec. Negli anni che vanno dal 1712 al 1825, il luogo appare in una atmosfera particolare, in quanto esso si snoda sulla sommità del colle alle spalle del Santuario romanico, attraverso un bosco di querce e castagni secolari, interrotto qua e là da grosse rocce di granito rossastro. Sono riscontrabili quattro tipologie di architettura: a pianta centrale ottagonale, a pianta rettangolare con pronao e abside poligonale, a pianta circolare con pronao rettangolare, a pianta quadrata con pronao rettangolare. In tutto il corpo principale ospita un gruppo statuario raffigurante un momento della passione di Cristo, mentre la parte antistante, il pronao, accoglie i fedeli in preghiera.

Il percorso inizia dalla sbarra che preclude il passaggio alle auto:

  • Cappella n. 1 - Gesù davanti a Pilato
    La cappella, a pianta circolare con pronao rettangolare, fu costruita nel 1712. Gli affreschi sulla volta, ben conservati, sono attribuiti ad un certo pittore Grosso di Ivrea e risalgono al XVIII secolo.

  • Cappella n. 2 - Gesù condannato a morte
    La cappella, a pianta circolare con pronao rettangolare, fu costruita nel 1714.

  • Cappella n. 3 - Prima caduta
    La cappella, a pianta rettangolare con pronao, fu costruita nel 1715. Inizierà il restauro in primavera 2002.

  • Cappella n. 4 - Incontro con Maria
    La cappella a pianta rettangolare con pronao, fu costruita nel 1713.

  • Cappella n. 5 - Il Cireneo
    La cappella, a pianta rettangolare con pronao, fu costruita nel 1773. Sono stati restaurati l'intonaco e gli affreschi.

  • Cappella n. 6 - La Veronica
    E' la Cappella più lontana, in splendida posizione panoramica e segna la metà di ritorno del percorso devozionale. Costruita nel 1712. E' quella che ha subito più danni e vandalismi, il gruppo statuario è andato completamente distrutto. All'inizio di questo secolo passò in patronato all'Avvocato Aurelio De Andreis che la trasformò in Cappella di famiglia aggiungendo un'abside con un altare e un piccolo campanile.

  • Cappella n. 7 - Seconda caduta
    La Cappella, a pianta rettangolare con pronao, fu iniziata nel 1715. L'edificio rimase però incompiuto e venne terminato solo nel 1773. La volta della Cappella fu affrescata dal pittore Grosso di Ivrea nel 1773.

  • Cappella n. 8 - Le pie donne
    La Cappella, a pianta circolare con pronao rettangolare, fu iniziata dai frati del convento in epoca imprecisata e terminata nel 1781 grazie ai contributi di alcune famiglie di busano. Sulla volta ci sono, ancora ben conservati, gli affreschi settecenteschi del pittore Grosso.

  • Cappella n. 9 - Terza caduta di Gesù
    La Cappella a pianta circolare con pronao rettangolare, fu costruita tra il 1759 e il 1765. Il gruppo statuario si differenzia da tutti gli altri in quanto le cinque statue, collocate all'inizio di questo secolo, sono in gesso bianco e prive di colorazione. Il fondale cupo le mette efficacemente in evidenza.

  • Cappella n. 10 - Gesù spogliato e abbeverato di fiele
    La cappella, a pianta rettangolare con pronao, fu costruita contemporaneamente alla precedente e finanziata con le elemosine pervenute al Santuario.

  • Cappella n. 11 - Crocifissione
    La cappella, a pianta rettangolare con pronao, fu costruita nel 1719. E' in fase la restaurazione della cappella e degli affreschi.

  • Cappella n. 12 - Morte in croce
    La cappella si differenzia da tutte le altre sia per la posizione, dominante sopra il complesso del Santuario e del Convento, sia per la forma bramantesca a pianta centrale ottagonale con un portico arioso che le corre intorno. Fu costruita nel 1715 dalla Comunità di Valperga che ne ha conservato il patronato e ha provveduto a ricostruirla dopo i crolli parziali della seconda metà del Settecento e del 1825.

  • Cappella n. 13 - Deposizione
    La cappella, a pianta circolare con pronao rettangolare, è l'ultima del percorso devozionale e anche l'ultima ad essere costruita. Fu infatti edificata solo nel 1825.
    Di fronte alla 13° Cappella si erige la statua bronzea di San Francesco, eretta nel punto più alto del monte, ad opera dello scultore vercellese Giovanni Vogliazzi, e fu inaugurata il 3 luglio 1960.

Accesso stradale: Da Torino si segue la SS 460 che passando per Leinì raggiunge Rivarolo Canavese e prosegue fino a Cuorgnè e per la strada Provinciale N. 42 si arriva a Belmonte. Il tratto da Torino a Cuorgnè si può percorrere anche con le autolinee e ferrovia SATTI, i biglietti e gli orari si possono trovare alla stazione di partenza.


Dove dormire:
B & B La Maddalena - Fraz. Ronchi Maddalena, loc. Fantini, 17 - Cuorgnè (TO) - Tel. 0124/68568 - cell. 349/4640393
Albergo Armony - Via Don Minzoni, 4 - Cuorgnè (TO) - Tel. 0124/657452


Dove mangiare:
Prascorsano Bar Ristorante - La Società Coop. Via Villa, 23 - Tel. 0124/698135
Buasca - Ristorante Buasca - Fraz. Buasca - Tel. 0124/651115
Cuorgnè - Ramo Verde - Loc. Pedaggio Vl. Dei Mille, 2 - Tel. 0124/657219
Sant'Anna - Via S. Anna, 21 S. Anna - Campore - Tel. 0124/666584
S. Lucia - Loc. S.Lucia 6/B - Tel. 0124/657301

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente di gestione dei Parchi e delle Riserve Naturali del Canavese