Vai alla home di Parks.it

Le gru attraversano il nostro Parco

(Valenza, 22 Dic 20) È arrivato il freddo, e con lui il volo delle gru: grandi stormi o sparuti gruppi vocianti attraversano la pianura lombarda e piemontese, dalla lomellina al cuneese.
Migrano abbandonando l'Europa orientale alla volta dei siti di svernamento: attraversano la Pianura Padana da est a ovest, valicano le Alpi in corrispondenza delle vallate piemontesi.
Quest'anno il loro viaggio contrasta particolarmente con la situazione di chiusura con cui dobbiamo fare i conti: la loro libertà ci attrae ancora di più e, così, eccoci tutti con il naso all'insù ad aspettare di vederle sfilare in formazione, oppure volare alla ricerca della termica favorevole.
Da oltre due decenni il Piemonte è una rotta migratoria consolidata di migliaia di uccelli appartenenti alla specie gru cenerina (Grus grus) e, soprattutto in questi ultimi cinque-sei anni, le popolazioni presenti nell'Italia centro-settentrionale sono gradualmente aumentate, a fronte della locale estinzione delle popolazioni nidificanti nell'Europa centro-meridionale, Italia compresa, registrata quasi un secolo fa.
Tra la fine di ottobre e dicembre, migliaia di gru utilizzano il Po come corridoio di volo, e alcuni gruppi hanno trovato proprio in Piemonte il luogo adatto dove trascorre i mesi freddi, complici i cambiamenti climatici che determinano inverni meno rigidi.
Le Riserve naturali rappresentano per loro una forte attrattiva: le aree di greto più nascoste si trasformano in dormitori per centinaia e, a volte, migliaia di individui, mentre i residui alimentari ancora presenti nei campi dopo i raccolti forniscono cibo per tutti.

Per saperne di più: www.piemonteparchi.it/cms/index.php/natura/item/4217-sulla-rotta-delle-gru

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po piemontese - p. iva 06398410016