Vai alla home di Parks.it

Parchi della Val di Cornia

www.parchivaldicornia.it
 

Gli archeologi raccontano


Al Parco archeologico di Baratti e Populonia 
una visita per conoscere i risultati degli interventi in corso alla Necropoli del Casone

(Piombino, 15 Set 22) Venerdì 16 settembre alle ore 15.30 il Parco archeologico di Baratti e Populonia accoglie i propri visitatori con un appuntamento speciale dedicato alle novità che stanno emergendo dagli interventi in corso nella Necropoli del Casone (ingresso parco area Necropoli di San Cerbone).
Accompagnati dagli archeologi che stanno seguendo i lavori, i visitatori potranno conoscere i risultati delle attività svolte ai fini di documentazione delle emergenze archeologiche ma anche di recupero di eventuali reperti presenti nell'area.
Gli interventi sono realizzati sotto la direzione della Soprintendenza nell'ambito di un accordo di collaborazione con il Trust Sostratos Onlus e condivisi con la società Parchi Val di Cornia che da sempre mette al centro del proprio operato l'intreccio tra ricerca, valorizzazione e coinvolgimento del pubblico, come fondamento di ogni progetto culturale.  

"La Soprintendenza ha intrapreso dallo scorso mese di agosto un intervento al riassetto e di studio di una porzione della Necropoli del Casone già oggetto di indagini archeologiche mirate in anni recenti. L'area si è rivelata di grande importanza per la fitta presenza di testimonianze archeologiche che spaziano in un lunghissimo arco di tempo, attraversando le varie fasi della vita della città di Populonia in età etrusca e poi romana. Le indagini archeologiche sono volte ad un riordino complessivo delle conoscenze già acquisite sull'area e ad una migliore comprensione delle sue molteplici fasi di utilizzo sepolcrale e delle successive fasi di distruzione degli strati archeologici dovute alle operazioni di cava del minerale ferroso" dichiara Leonardo Bochicchio, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno.

"Il Parco archeologico di Baratti e Populonia è lo scrigno prezioso del nostro territorio – commenta il sindaco Francesco Ferrari – al suo interno ci sono custoditi secoli di storia e di bellezze. Questo sito archeologico è in continua evoluzione grazie al lavoro di Soprintendenza e Trust Sostratos Onlus: i resti recentemente emersi sono la testimonianza di chi lì visse creando quelle meraviglie che oggi possiamo ammirare. Ogni anno le migliaia di turisti che giungono a Baratti rimangono incantati dalla magia di un popolo che ha fatto la storia di Piombino. Grazie, quindi, a tutti i soggetti coinvolti e alla Parchi che da anni è impegnata alla valorizzazione e la promozione di un bene prezioso del nostro territorio".

"La ricerca archeologica è fondamentale per offrire ai visitatori un parco che si rinnova nel tempo. L'obiettivo della società Parchi è far sì che effettuare scavi dentro un'area aperta al pubblico non si trasformi in un disagio per gli utenti, ma diventi piuttosto un'opportunità aggiuntiva data dal poter osservare il work in progress delle ricerche sul campo. Un lavoro sinergico importante, quindi, che non può prescindere da una stretta collaborazione tra gli archeologi e il personale del parco" – dichiara Mauro Tognoli, Amministratore Delegato Parchi Val di Cornia SpA.

"Il Trust Sostratos Onlus è da anni impegnato nel finanziamento di ricerche archeologiche, prevalentemente in ambito etrusco. La collaborazione con gli Enti pubblici preposti ci ha portato a lavorare con la nostra equipe di archeologi, coadiuvati da studenti universitari, in zone di ricerca non soltanto ricche di storia, ma anche bisognose di interventi di salvaguardia e valorizzazione. Da anni siamo attivi nella Val di Cornia e prevediamo che questo nostro impegno si protrarrà, in collaborazione con la SABAP di Pisa Livorno e con la Parchi Val di Cornia, ancora per molto tempo: siamo convinti che la ricerca e la promozione culturale siano elementi chiave per lo sviluppo di una nuova coscienza civile nel nostro Paese" - sono le parole di Lorenzo Benini, Trust Sostratos Onlus.

Orario visite: 15.30 e alle 16.30. L'ingresso è gratuito, con prenotazione consigliata.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0565 226445 – prenotazioni@parchivaldicornia.itwww.parchivaldicornia.it 

Gli archeologi raccontano

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Parchi Val di Cornia SPA