Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri

www.parconaturalealpiliguri.it
 

Polo museale Alta Val Nervia

Museo delle tradizioni e delle attività contadine

Specialità: Tradizioni
Piazza XX Settembre
18037 Pigna (IM)
Comune: Pigna
Regione: Liguria

Tel. 0184/241016 - Fax 0184/241059
E-mail: comune.pigna.im@legalmail.it
Web: www.comune.pigna.im.it

Il museo presenta la tradizionale vita contadina dell'Ottocento a Pigna e in Alta Val Nervia, fra la Riviera e le Alpi Liguri: si rivedono i pastori attraversare le montagne con le loro greggi, i contadini indaffarati nella raccolta e nella distillazione della lavanda o di altre piante aromatiche, altri intenti alla coltivazione del grano, della vite e degli olivi nelle campagne attorno al borgo medievale dove, una volta, erano attivi anche numerosi artigiani: il calzolaio, il falegname, il fabbro.
Diversi ricordi fanno rivivere tutto questo mondo: vecchi attrezzi, oggetti della vita quotidiana, foto e documenti storici, videofilm.

Il museo, aperto dal 1995, sorge proprio nel centro storico, ai piedi della chiesa San Michele. Su circa 200 mq in cinque sale viene fatta rivivere la memoria delle tradizioni del paese.
La collezione è stata chiamata "La Terra e la Memoria" perché offre al pubblico, con l'esposizione di oggetti, attrezzi e fotografie, la possibilità di entrare in contatto con una "civiltà" contadina sopravissuta in un ambiente architettonico medievale. È lo spazio dedicato all'insegnamento lasciato dalla terra, con la coltivazione tradizionale del grano, degli olivi, l'attività pastorale o artigianale. Queste attività però non sono isolate dalla storia scritta sulle pergamene, dalle opere d'arte visibili nelle chiese del paese e neanche dalle devozioni, dalle processioni religiose o da altre feste che ritmavano la vita sociale al suono della banda musicale: l'insieme di queste "memorie" dovrebbe permettere ai visitatori di prendere coscienza della ricchezza di questo eccezionale patrimonio.

  • Sala 1: la pastorizia e la distillazione della lavanda
  • Sala 2: la fede e il quotidiano
  • Sala 3: gli artigiani
  • Sala 4: la raccolta del grano
  • Sala 5: l'olio e il vino
Nell'estate 2021, la sezione etnografica è stata ampliata con l'inaugurazione del "Museo del Cibo dell'Alta Val Nervia" in collaborazione con il Progetto Lavanda della Riviera dei Fiori, il Centro Italiano della Lavanda e CNA Imperia.

Il nuovo polo museale è stato collocato nei locali adiacenti alla preesistente collezione, ampliandone gli spazi e aggiungendo nuovi materiali.

La prima sala è dedicata alla lavanda (in particolare alle specie promosse dal progetto "Lavanda della Riviera dei Fiori") e alla sua storia, che fin dall'antichità si interseca con quella del Ponente Ligure. Particolare risalto è stato dato alla figura di Aristide Martini, cittadino originario di Pigna e grande esperto di erbe aromatiche, al quale si deve l'invenzione dell'alambicco a doppia serpentina.

La seconda sala è incentrata sul cibo dell'Alta Val Nervia, con il Fagiolo Bianco di Pigna Presidio Slow Food, la Lavanda Officinalis Imperia (la più adatta per uso alimentare dato il basso contenuto di canfora), il pane nero di Pigna, i ravioli alle erbe aromatiche, la pisciarada (sorta di torta salata con le patate), i funghi e le castagne.
Orari: Orari: aperto su prenotazione (Comune di Pigna – 0184/241016 / iatpigna@gmail.com / Sig. Giorgio - 329/2330252)

Museo di Pigna - La cucina
Museo di Pigna - La cucina
Museo di Pigna - La pastorizia
Museo di Pigna - La pastorizia
Museo di Pigna - I lavori della campagna
Museo di Pigna - I lavori della campagna
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco delle Alpi Liguri