Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri

www.parconaturalealpiliguri.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Itinerario Colle Melosa-Monte Gerbonte

Un canto d'amore risuona tra larici non ancora ridesti

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: bird watching Elevato interesse: geologia Elevato interesse: fotografia 
  • Difficoltà: E+ (escursionisti allenati)
  • Dislivello: 700 m

Siti di importanza comunitaria interessati  IT 1314611, IT 1315421
Superficie 2280 ha
Dislivello Colle Melosa 1.545 m s.l.m., Monte Gerbonte 1.727 m s.l.m. (Dislivello durante il percorso circa 400 metri, tra andata e ritorno)
Esposizione Sud Ovest- Sud-Est
Accessibilità Ottima. Si arriva con l'autoveicolo al Colle Melosa tramite la Strada Provinciale 64.
Difficoltà: MEDIO-BASSA

Periodo delle fioriture
Da inizio maggio a fine agosto; il periodo in cui è possibile osservare  il maggior numero di specie fiorite è rappresentato dal mese di giugno.

Pregi paesaggistici
Il bosco di faggio in autunno, le fioriture di orchidee, gigli, primule e viole in maggio-giugno.

Specie vegetali pregevoli, rare ed endemiche
Lilium pomponium (Giglio pomponio), Orchidea sambucina (Orchis sambucina), Orchidea maschio (Orchis mascula), Genziana ligure (Gentiana ligustica), Peonia (Paeonia officinalis), Primula odorosa (Primula veris), Primula impolverata (Primula marginata), Sassifraga meridionale (Saxifraga callosa), Sassifraga a foglie opposte (Saxifraga oppositifolia), Viola farfalla (Viola calcarata).

L'albero simbolo
Larice

Gli habitat più caratteristici
Bosco di faggio
Bosco di larice
Prateria montana
Rupi calcaree

Curiosità faunistiche
Il periodo degli amori del gallo forcello, animale considerato come relitto glaciale nelle nostre montagne, è rappresentato dal mese di maggio. I maschi occupano delle arene di canto per eseguire parate, emettendo un magnifico canto detto rugolio, che si confonde con il rumore dell'acqua; la femmina, dopo alcuni giorni, sceglie il maschio che  ha dimostrato le doti migliori.

L'animale simbolo
Il gallo forcello "Tetrao tetrix".

Specie faunistiche simbolo:
Tra i mammiferi si potrebbero osservare il camoscio, "Rupicapra rupicapra" il capriolo "Capreolus capreolus", il tasso "Meles meles", la volpe "Vulpes vulpes", il topo quercino "Elyomis quercinus", la lepre comune "Lepus europeus" e la lepre variabile "Lepus timidus" tra i rapaci notturni l'allocco  "Strix aluco"e il gufo reale "Bubo bubo", le specie ornitiche di pregio sono innumerevoli, come il gallo forcello,  "Tetrao tetrix", la coturnice, "Alectoris graeca" ed il crocere "Loxia curvirostra", tra gli anfibi  salamandra "Salamandra salamandra", tra i rettili la vipera "Vipera aspis" e la coronella "Coronella austriaca".


Femmina e piccolo di camoscio al tramonto (archivio Valentina Borgna)
Femmina e piccolo di camoscio al tramonto (archivio Valentina Borgna)
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente Parco delle Alpi Liguri