Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri

www.parconaturalealpiliguri.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Anello di Rocchetta Nervina

Sul confine francese, con il mare all'orizzonte

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: bird watching Elevato interesse: geologia Elevato interesse: storia Elevato interesse: fotografia 
  • Tempo di percorrenza: 10/11 h
  • Difficoltà: E+ - Escursionistico+
  • Lunghezza: 25.7 km
  • Dislivello: in salita 1759 m - in discesa 1755 m

Dalla piazzetta di fronte alla Chiesa Parrocchiale di Santo Stefano nel borgo medievale di Rocchetta Nervina (224 m s.l.m.) si esce dal paese in direzione nord, percorrendo una mulattiera nell'impluvio del rio d'Oggia. L'alternanza di rocce arenaceo-marnose e calcari ha permesso al corso d'acqua di modellare un paesaggio unico fatto da canyon, cascatelle e laghetti cristallini, impreziosito da caratteristici ponti romani a schiena d'asino.

Proseguendo fino il caseggiato di Cà d'Oggia l'itinerario comincia a inerpicarsi sul pendio del Monte Terca (1074 m s.l.m.) fino al Passo della Croce (814 m s.l.m.). La traccia continua sul bordo dell'anfiteatro montuoso attraverso le vette del Monte Comune (1238 m s.l.m.) e Alto (1266 m s.l.m.).

Aggirato a ovest il Monte Gouta (1315 m s.l.m.), la macchia mediterranea sfuma lasciando spazio al bosco misto a dominanza di abete bianco e faggio fino a giungere alla Sella di Gouta (1212 m s.l.m.). Imboccata la SP69, dapprima asfaltata e poi sterrata, si prosegue in falsopiano verso est, dove una serie di tornanti permette di raggiungere Testa d'Alpe (1587 m s.l.m.) e il confine di stato con la Francia, in questo tratto coincidente con l'Alta Via dei Monti Liguri.

Scendendo da Testa d'Alpe, sul bordo del bacino idrografico destro del rio Barbaria, tra pascoli e rocce è possibile osservare alcune vecchie caserme e bunker militari. Giunti sotto al Monte Fourquin (1420 m s.l.m.) la traccia piega bruscamente verso sud-est per guadagnare il fondo valle e, seguendo il corso d'acqua tra i suoi balzi, cascatelle e antichi ponti, ritornare nel borgo di Rocchetta Nervina.

L'itinerario attraversa quasi interamente la Zona Speciale di Conservazione Gouta-Testa d'Alpe.

Rocchetta Nervina: il Rio Barbaira
Rocchetta Nervina: il Rio Barbaira
 
 
 
*: solo Operatori con Pagina Ospitale (per vedere tutte le segnalazioni seguire il link a destra dell' icona)
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco delle Alpi Liguri