Vai alla home di Parks.it

I ghiacciai del Monte Gelàs

A piedi         
  • Partenza: San Giacomo di Entracque (1213 m)
  • Arrivo: Rifugio Federici-Marchesini (2560 m)
  • Tempo di percorrenza: 4 ore 45 minuti
  • Dislivello: 1450 m

Stupenda escursione che ha per meta il ghiacciaio di Pagarì a pochi metri dal rifugio Federici-Marchesini e che offre punti di vista privilegiati sui ghiacciai Chiafrion, Maledia, Peirabroc e Clapier.
Quello del Pagarì è un piccolo ghiacciaio che insieme a quelli vicini del resto del Massiccio sono i più meridionali delle Alpi. Il ghiacciaio sorge ai piedi della trapezoidale parete nord-est della Maledia spettacolare per la colorazione rossastra che assume al sorgere del sole. Grandioso il panorama dal rifugio e frequente la possibilità di avere un incontro ravvicinato con gli stambecchi.

Da San Giacomo si segue la strada che s'inoltra nel Vallone di Moncolomb e si arresta al gias del Vej del Bouc sottano. Si prosegue per la mulattiera a destra che attraversa il torrente e poi continua a mezzacosta in direzione della testata del vallone. Con alcuni tornanti si eleva e si tralascia la diramazione segnalata per il bivacco Moncalieri. Una serpentina dalla buona pendenza supera il passo sottano del Muraion 2050 m. Poco dopo la mulattiera con moderata pendenza raggiunge l'abbandonato gias soprano del Muraion 2090 m e verso quota 2200 il bivio per il lago dell'Agnel. Si prosegue, a destra, con una lunga serie di svolte sino al rifugio Federici-Marchesini 2650 m e al ghiacciaio.


Il rifugio Federici Marchesini e la Cima Maledia
Il rifugio Federici Marchesini e la Cima Maledia


 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Marittime - p. iva 01797320049