Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale del Beigua

www.parcobeigua.it

Nuova brochure turistica per promuovere la Riviera e il Parco del Beigua

Presentato il programma di iniziative ed eventi primavera - estate 2014

(Arenzano, 30 Mar 14) Oggi, presso la sede della Regione Liguria di Piazza De Ferrari 1 a Genova, l'Assessore Regionale al Turismo Angelo Berlangieri, l'Assessore Regionale allo Sport Matteo Rossi ed il Presidente del Parco naturale regionale del Beigua Dario Franchello hanno presentato la nuova brochure turistica che promuove la Riviera ed il Parco del Beigua attraverso i tantissimi e svariati eventi, organizzati per tutti i gusti e per tutte le età, nel periodo Primavera – Estate 2014.
L'iniziativa risulta particolarmente significativa perché per la prima volta riunisce tutti i Comuni della Riviera del Beigua con quelli del Parco del Beigua (ben diciassette Comuni tra costa ed entroterra, alcuni dei quali premiati con le Bandiere Blu o la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano o inseriti nella lista dei Borghi più Belli d'Italia: Arenzano, Cogoleto, Varazze, Celle Ligure, Albisola Superiore, Albissola Marina, Stella, Sassello, Pontinvrea, Mioglia, Urbe, Tiglieto, Rossiglione, Campo Ligure, Masone, Mele e il ponente genovese, con Voltri, Crevari e la Val Cerusa), nel territorio a cavallo tra le due provincie di Genova e Savona. Il calendario delle diverse iniziative – scaricabile anche dal sito web del Parco, aggiornato in tempo reale e diffuso anche attraverso i social network del Parco su Facebook e Twitter – racconta di un territorio incredibilmente ricco di offerte; un distretto della qualità ambientale e della qualità dell'accoglienza che ha pochi eguali in Liguria.
Ambienti incontaminati da osservare in punta di piedi, scenari e panorami mozzafiato in cui perdere lo sguardo, centinaia di chilometri di sentieri da percorrere deliziati dai profumi dell'Appennino ligure, una palestra a cielo aperto in cui praticare i più eccitanti sport outdoor, litorali caratterizzati da spiagge attrezzate e stabilimenti balneari con servizi di elevata qualità, campi da golf e percorsi avventura, antiche tradizioni da scoprire, prodotti tipici e specialità gastronomiche tradizionali da gustare, affascinanti complessi monumentali da visitare, curiosi musei in cui sono raccolte opere d'arte e testimonianze della storia della civiltà e della cultura locale. Un territorio che, a partire dal 2005, è stato in gran parte riconosciuto come Geoparco internazionale ed inserito nella Rete Europea dei Geoparchi e nella Rete Globale dei Geoparchi  sotto l'egida dell'UNESCO.
Un distretto turistico in cui è possibile trovare numerose attività e occasioni per rilassarsi, per divertirsi, per stare in compagnia, per godersi straordinari paesaggi, per andare alla scoperta delle bellezze della natura, per fare sport in piena libertà.
La brochure – 64 pagine a colori – illustra i diciassette Comuni del comprensorio della Riviera e del Parco del Beigua, per poi passare in rassegna le prestigiose attrazione naturalistiche presenti: il Geoparco e le attività di birdwatching (il Beigua è una delle aree di maggiore interesse ornitologico a livello nazionale ed internazionale per il fenomeno della migrazione dei rapaci) , il Santuario dei Cetacei nel tratto di mare di fronte alla Riviera del Beigua, l'Orto Botanico di Villa Beuca a Cogoleto, il Giardino Botanico di Pratorondanino a Campo Ligure.
Non manca la lista dei Centri Visita e dei Punti Informativi del Parco, ma anche una carrellata dei tanti musei e delle esposizioni permanenti che arricchiscono tutti Comuni del distretto turistico, oltre ad alcune mete di inestimabile valore storico-culturale, a cominciare dalla Badia di Tiglieto del 1120 (la prima abbazia cistercense costruita fuori dai confini di Francia) per poi passare al medievale Castello di Campo Ligure, dall'ottocentesco Eremo del Deserto di Varazze al Forte Geremia sulle alture di Masone, dalle antiche Fornaci di Cogoleto alle altre mete di interesse turistico-religioso (il Santuario del Bambin di Praga ad Arenzano ed il Santuario dell'Acquasanta in Val Cerusa).
Numerose e diversificate le opportunità per praticare sport all'aria aperta: dal trekking (oltre 600 chilometri di sentieri ben segnalati) al nordic walking (sei percorsi attrezzati), dal podismo al trail-running, dall'arrampicata al bouldering, dall'orienteering al torrentismo, dalla mountain bike alla bici da strada, dall'equitazione al trekking a cavallo, dal parapendio al percorso avventura.
Ma anche ben tre campi da golf, scuole di vela, surf, diving e snorkeling, pesca turismo e pesca nelle acque interne, la raccolta dei funghi.
E poi anche la possibilità di relax e cure benessere presso le terme dell'Acquasanta.
Infine una gustosa carrellata dei prodotti tipici del comprensorio del Beigua, con le info e gli indirizzi utili per acquistare le prelibatezze locali direttamente in azienda.

La brochure - realizzata dall'Ente Parco con la fattiva collaborazione dei Comuni del comprensorio, - è in distribuzione presso gli Uffici IAT, i Comuni, i Centri Visita e i Punti Informativi del Parco e le diverse strutture ricettive e scaricabile online sul sito del Parco.
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco del Beigua