Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo

Banner Locale per la promozione del territorio

Il Museo del lavoro contadino

Infanzia Primarie Medie Superiori Insegnanti Gruppi Altro
scuola elementare scuola media (secondaria 1° livello) scuola superiore (secondaria 2° livello)

Il Parco nella primavera 2010 ha inaugurato il Museo del Lavoro Contadino nella nuova sede di Palazzo
Gazzolo a Voltaggio. I visitatori potranno conoscere gli antichi mestieri tradizionali, ormai in disuso, dei Cabané, gli abitanti di Capanne di Marcarolo, attraverso un percorso didattico, strutturato a sale tematiche e allestito con attrezzi di lavoro, materiali e pannelli informativi: il lavoro nei campi e la fienagione, il taglio del bosco, la coltivazione dei castagneti e dei frutteti, la cucina, gli antichi mestieri del caregà (l'impagliatore di sedie) e del ferà (il maniscalco); il percorso è completato da una sala attrezzata con supporti informatici per la visione di video e foto storiche, paesaggistiche e naturalistiche.
Periodo: maggio-giugno

Programma:

  • Ore 9.30: ritrovo a Voltaggio - Palazzo Gazzolo
  • Introduzione sul Parco e sull'Ecomuseo di Cascina Moglioni
  • Visita al Museo del Lavoro Contadino
  • Pranzo al sacco
  • Attività dimostrative dei mestieri tradizionali o vista alla cascina Vignola nella quale è ancora in attività un essiccatoio per le castagne
  • Breve escursione sulla Costa di Cravara, sul sentiero per il Monte Tobbio
  • Ore 16.30: partenza per il rientro.

Costo progetto
Visita al Museo del Lavoro Contadino, attività dimostrative, visita alla cascina Vignola e escursione sulla Costa Cravara: gratis per le classi ammesse al contributo di cui alle "Informazioni Preliminari" - Euro 125,00 (massimo 25 persone)

Contatti: Parco naturale delle Capanne di Marcarolo - Via Umberto I, 32/a - 15060 Bosio (AL) - Tel. e Fax 0143/877825 - E-mail: info@parcocapanne.it

Comune: Casaleggio Boiro (AL)  Regione: Piemonte

Panorama da Monte Tugello
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente di gestione delle aree protette dell'Appennino piemontese