Vai alla home di Parks.it

Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano

www.parcomurgia.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Centro Visita e Centro di Educazione Ambientale di Jazzo Gattini e Masseria Radogna

C.da Murgia Timone (zona Belvedere di Matera)
75100 Matera (MT)

Comune: Matera Regione: Basilicata

Tel. 0835/332262 - Fax 0835/332262
E-mail: cea@parcomurgia.it

Sorge in contrada Murgia Timone (zona belvedere del Comune di Matera) presso le strutture rurali di Jazzo Gattini e Masseria Radogna.
Lo iazzo, che secondo testimonianze orali fu costruito verso la fine del diciottesimo secolo, era destinato ad accogliere ovini e caprini, e, successivamente, anche bovini. La planimetria rettangolare presenta il fronte principale costituito da ambienti destinati alla lavorazione del latte ed alla prima conservazione dei prodotti nonché l'abitazione del pastore (o del massaro e dei pastori che lo coaudivavano) con il tipico camino - focolare che oggi risulta, dopo il recupero dello iazzo, murato. Dietro questi locali c'è un'ampia coorte scoperta delimitata, su due lati, da muri a secco. L'originaria pavimentazione a gradoni calcarei di questo ampio spazio interno, è rimasta completamente ricoperta di letame fino a quando lo iazzo ha assunto la propria funzione di ovile. La stalla coperta completa l'ovile, delimitandolo sul lato rivolto a nord. Si tratta di una serie di arcate a tutto sesto coperte da una tettoia.
La masseria, o meglio il Casino Radogna è una struttura rurale di fine '800, che, come gli altri casini di campagna, fu luogo di villeggiatura delle famiglie di estrazione borghese dell'agro materano.
CEA Matera

Orari: Novembre e Dicembre: 9.30-13 nei giorni feriali; 9.30-15.30 nei giorni prefestivi e festivi.

Su prenotazione apertura fuori orario: info 388/8925407 - 327/7333016 - 0835/332262 - Fax 0835/1970751 - www.parcomurgia.it
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano