Vai alla home di Parks.it

Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano

www.parcomurgia.it
 

NATURARTE - Architettura in Jazz

(Abbazia di S. Michele Arcangelo - Montescaglioso (MT), 30 Set 22) Sabato 1 ottobre

Ore 21 Abbazia Benedettina S. Michele Arcangelo | NaturArte Eventi: Lezione- concerto Architettura in Jazz. Lo spazio e il tempo.  Chiara Rizzi, Architettura | Tino Tracanna, sassofono | Francesco Saiu, chitarra

Esiste una tanto affascinante quanto complessa relazione di reciprocità tra architettura e musica. Si tratta di una relazione che si fonda su una comune dimensione, il tempo. Attraverso i secoli, la produzione architettonica e quella musicale hanno variamente interpretato questa dimensione. Analoghi concetti quali struttura, armonia, ritmo, modulo, variazione, modo e nomos – solo per citarne alcuni - sono da sempre gli elementi costitutivi dell'una e dell'altra. A differenza delle epoche precedenti, il Novecento è il secolo in cui coesistono, si sovrappongono e spesso si contaminano differenti linguaggi, tanto in campo architettonico quanto in quello musicale. In riferimento ai due ambiti indagati le innovazioni più significative e che offrono una prospettiva di ricerca comune sono: la nascita del jazz e l'invenzione del cemento armato. 

La lezione-concerto propone una rilettura e un'interpretazione di grandi capolavori dell'architettura moderna e contemporanea attraverso un vero e proprio interplay tra architettura e jazz.  

CHIARA RIZZI

Chiara Rizzi (1976), è nata e cresciuta in Basilicata, dove è tornata a vivere dopo un viaggio di formazione personale e professionale durato più di vent'anni. Professore associato in composizione architettonica e urbana presso l'Università della Basilicata, l'architettura è per lei una passione e l'insegnamento e la ricerca una vocazione che vale la pena di coltivare solo in forma collettiva.

TINO TRACANNA Sassofonista, Compositore e Didatta.

Muove i primi passi con Gianluigi Trovesi e continua da autodidatta collaborando con diversi gruppi bergamaschi tra cui ricordiamo Ziggurat con cui incide il suo primo L.P. per la Red Record e Reza Trio (Panza Massazza). Si laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo presso l'Università di Bologna.

Nei primi anni '80 comincia la sua collaborazione con Franco d'Andrea che lo porta all'attenzione nazionale e con cui incide vari L.P. Tra questi "No Idea Of Time" e "Live" vincono il referendum di Musica Jazz come miglior disco dell'anno nel 1984 e 1986.

Col quartetto (e poi quintetto e sestetto) di d'Andrea partecipa a numerosissimi festival nazionali ed internazionali fino ai primi anni '90.

Sempre nei primi anni 80' incontra Paolo Fresu col quale inizia una collaborazione che continua tutt'ora.

Con questo quintetto incide molti album tra cui "Live in Montpellier" vince il referendum di Musica Jazz nel 1990 e come gruppo lo stesso referendum negli anni 1990 e 1991.

Vanno ricordati inoltre "Night on the city" e "Melos" vincitori del prestigiosissimo premio francese Django quali migliore realizzazione discografica europea negli anni 1995 e 2001.

In questi anni collabora con numerosi musicisti italiani e stranieri incidendo molti album in qualità di ospite solista. Dal 1985 è leader di proprie formazioni con le quali realizza diversi album ottimamente accolti dalla critica e dal pubblico partecipando a numerosi festival e rassegne. Tra questi ricordiamo "Quartetto", "La Forma delle Cose" e "Live" (con Massimo Colombo, Marco Micheli, Francesco Petreni), "Gesualdo" (elaborazione dei madrigali di Gesualdo da Venosa con la partecipazione di Mariapia De Vito), "Punctus" in duo con Pierre Favre, "Affinità Elettive" (partitura per quartetto Jazz ed archi).

Nel 2011 nasce "Acrobats" (T. Tracanna, M. Ottolini, R. Cecchetto, P. Dalla Porta, A. Fusco) col quale incide l'omonimo primo album e il recentissimo "Red Basics" (2016) per il Parco della Musica.

Nel 2012 in collaborazione con Bonnot e R. Cecchetto, nasce "Drops", sperimentazione per strumenti acustici ed elettronica.

Recentissima la nascita di "Double Cut" un quartetto pianoless con un insolito organico formato da due sax, contrabbasso, batteria.

Dal 1995 é docente presso diversi conservatori italiani e dal 2000 docente di ruolo e coordinatore dei Corsi Jazz presso il Conservatorio Verdi di Milano.

FRANCESCO SAIU

Musicista e compositore, docente di chitarra al Conservatorio G. Donizetti di Bergamo, ha conseguito la Laurea di I e II livello (specialistica) in musica e chitarra jazz presso il Conservatorio di Musica "L. Marenzio" di Brescia. 

Pubblicazioni:

Ha pubblicato a suo nome quattro dischi contenenti tutti composizioni originali: LINNAS (Enthropya records - 2006), NASCIRI (Dodicilune records - 2008), RADICI (Dodicilune records - 2010), QUATTRO ELEMENTI  (Indipendente - 2012) THREE BRANCHES  (El Gallo Rojo - 2016) e come sideman, PROVVISORIO  (Splasc(h) records – 2004).  

Collaborazioni:

Ha collaborato con numerosi musicisti appartenenti sia all'area jazz contemporanea sia a quella classica contemporanea e dell'improvvisazione tra cui Stefano Battaglia, Oscar Del Barba, Paolo Damiani, Aya Shimura, Achille Succi, Markus Stohckausen, Butch Morris, Pietro Ballestrero, Bebo Ferra, Marc Ducret, Franco D'andrea, Gianluigi Trovesi, Christian Thoma, Giulio Corini, Simone Guiducci, Tony Scott, Dominique Mollet, Joel Laforet, Andrea Ruggeri, Chiara Liuzzi, Francesco Ganassin, Martina Stecherova, Eliana Sanna, Paolo Bacchetta, Fabrizio Saiu, Pierangelo Taboni, Daniele Richiedei, Giacomo Papetti, Peo Alfonsi, Massimiliano Milesi.

Festival, Premi, Programmi tv:

E' stato ospite come leader nei festival di Nuoro jazz, European Jazz Expò, Moncalieri jazz, Sarteano Jazz, Piacenza jazz, Time in Jazz, La Rocca in Jazz, JazzOntheRoad, Roccella Jonica Jazz, Eddie Lang Jazz, Young Jazz in Town, Villacidro in Jazz, Alta Valle Jazz, Festival Librando, Festival Musica e Immagini, Un'isola in Festival, Microeditoria Festival, Di-Segni Festival, Roma Jazz Festival, Premio Nazionale Dessi, Festival della Storia Iglesias, Festival letterario di Mantova, Festival Di Gavoi, Jazz in Miniera, Festival di Musica nelle Grotte, Concerti per due Continenti, Jazz nei Conservatori Festival, Stagione Estiva città di Mantova, Jazz a Clermont Ferrand, Celebrazioni Deleddiane, Premio Campiello con Michela Murgia, Camera della Musica su Brescia Tv, Festival Mari e Miniere, Dedalo Festival, Val Camonica Festival Musicale, Concertiamo, Rassegna concertistica presso il Conservatorio di Brescia, Concertiamo, Festival delle arti a Frosinone, Festival Nazionale Conservatori Italiani. L'interesse per le più diverse forme d'arte lo hanno portato ad esibirsi nei contesti più insoliti, collaborando in performance musicali e improvvisative con scrittori, poeti, pittori, con la danza e il teatro. E' stato per più anni ospite al Premio Letterario Nazionale G. Dessì (CA, e ha partecipato come musicista al Festival della Storia (CA), alle Celebrazioni del Premio Nobel Grazia Deledda, al Festival della transumanza a Capo di Ponte, al Festival Librando, al Ciclo di Concerti per due Continenti che lo hanno portato in Belgio, Olanda, Francia, Svizzera.

Premi, Concorsi, Master Class:

E' stato finalista come Miglior Nuovo Talento Jazz (festival per chitarristi) all'Eddie Lang jazz Festival (2000) e al Concorso Nuovi Talenti Jazz under 30 del Piacenza jazz Festival (2003). Ha vinto il III° premio al Moncalieri jazz Festival (Incroci sonori jazz) con il Francesco Saiu Trio (2002). Ha vinto la borsa di studio come Miglio Allievo a Nuoro Jazz nel 2000, e una Borsa di Studio conferita dal Saint Louis College of Music nel 2001. Ha ottenuto la borsa di studio annuale presso il Conservatorio di Brescia nell'anno 2013 con il massimo dei punteggi. Ha conseguito il Diploma di Partecipazione alle Master Class con alcuni tra i musicisti più interessanti dell'area jazzistica e improvvisativa Nazionale e Internazionale tra i quali  Jim Hall, Mike Stern, Pat Metheny, John Stowell, Bebo Ferra, Pietro Tonolo, Stefano Battaglia, Tony Scott, Butch Morris, Joe Lovano, Gianluigi Trovesi, Markus Stockhausen, Miroslav Vitous, Franco D'Andrea, Garrison Fewell, John Taylor, Marc Ducret, Loìc Mallié, Paolino Dalla Porta, John Surman, Celso Machado, Egberto Gismonti, Nelson Veras, Eve Wolf, Gabriella Dall' Olio, Marc Ribot, John Surman.

Recensioni, Articoli, Incisioni:

Sue composizioni sono state utilizzate per la realizzazione del Dvd VIAGGIO IN CILE (video reportage edito da motion pixel anno 2007). I suoi dischi-concerti sono stati recensiti dalle più importanti riviste specializzate in musica e chitarra jazz e contemporanea e quotidiani,  tra le quali: Suono, Jazz-it, Musica Jazz, Jazzitalia, Fedeltà del suono, Audiophil Sound, Chitarre, AllAboutJazz, Mondojazz, Axe, Seicorde, Jazz Engine, Jazz Convention, A proposito di Jazz, Brescia Oggi, Il resto Del Carlino, La Nuova Sardegna, L'unità, La voce, L'eco di Bergamo, Il gazzettino del Medio Campidano, il Corriere Della Sera, Il giornale.

Concerti:

E' stato ospite come concertista nelle stagioni dei Conservatori di Milano, Parma (jazz in Conservatorio), Brescia (Stagione Concertistica 2012) e Mantova (stagione estiva 2012) con il Minus Duet, con il quale ha registrato l'ultimo lavoro discografico in duo con il pianista Oscar Del Barba. Si è esibito in numerosissimi Festival Di Musica jazz in tutta Italia, e come Chitarrista Improvvisatore in numerosi festival d'arte contemporanea, e di arti visive. Con la Famiglia d' Arte Medas ha tenuto numerosi concerti in tutti I teatri del Nord Italia, occupandosi della parte musicale improvvisativa delle performance. Nel 2012 è stato ospite della trasmissione la Camera della musica di Brescia Tv, durante la quale ha proposto sue composizioni originali arrangiate per quartetto e per sola di chitarra.  Sue composizioni, e interi concerti/performance sono state trasmesse da Radio e Tv Regionali, quali Videolina, Sardegna Uno, Brescia Tv, Telelombardia, Radio Rai 3, Radio SNJ Records (Programma Anima Jazz)

NATURARTE - Architettura in Jazz
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano