Vai alla home di Parks.it

Tutte le iniziative dell'Ecomuseo di Argenta

(Comacchio, 08 Giu 20) Siamo felicissimi di comunicare che il Museo delle Valli, il Museo della Bonifica, il Museo Civico e i capanni fotografici hanno riaperto la fruizione al pubblico.

Gli orari:

  • Museo delle Valli aperto da martedì a domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00
  • Museo della Bonifica aperto da martedì a domenica su prenotazione con visite programmate alle 9.00 e alle 11.00
  • Museo Civico aperto sabato, domenica e festivi dalle 15.30 alle 18.30

Capanni fotografici accessibili su prenotazione al numero 3393743507

Per quanto riguarda le escursioni in ambiente naturale, è possibile prenotare contattando la segreteria per concordare il giorno e l'ora.
Naturalmente la riapertura prevede il rispetto delle norme di sicurezza vigenti per tutelare i visitatori e gli operatori.

Con la riapertura delle attività dei musei, ripartono anche le escursioni.

  • Sabato 20 giugno ore 18.30
    Un'escursione dedicata agli appassionati di fotografia naturalistica per godere del paesaggio delle Valli di Argenta alle luci del tramonto, accompagnati dal fotografo naturalista Sergio Stignani.
    Intero 10 € – Ridotto 8 €
    Prenotazione obbligatoria per ingressi contingentati nel rispetto delle norme di sicurezza.
    Ritrovo presso il Museo delle Valli, Via Cardinala, 1/C – 44011 Campotto (FE)
    Info e prenotazioni: Museo delle Valli 0532-808058 - info@vallidiargenta.org
  • Sabato 20 giugno ore 18.30
    Un itinerario attraverso le vie di Argenta
    per confrontare e scoprire la trasformazione dei luoghi tra passato e presente.
    Intero 4 € – Ridotto 3 €
    Prenotazione obbligatoria per ingressi contingentati nel rispetto delle norme di sicurezza.
    Ritrovo presso il Centro Culturale Mercato, Piazza Marconi, 1 – 44011 Argenta
    Info e prenotazioni: Museo delle Valli 0532-808058 • info@vallidiargenta.org
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po