Vai alla home di Parks.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Impariamo a capire come vivono le tartarughe marine, il lupo e il fratino nel Parco del Delta del Po!

(Parco, 16 Ago 21) L'Ente di Gestione Parchi e Biodiversità Delta del Po ritiene particolarmente importante e costruttivo avviare un percorso di collaborazione con gli operatori turistici della costa del Parco finalizzato, da un lato, ad ampliare la conoscenza della realtà ambientale dell'area protetta nei confronti dei turisti delle aree costiere e quindi a rafforzare la consapevolezza dei valori ecologici ed ambientali dell'area protetta anche nelle persone che a queste zone si avvicinano prioritariamente per motivi legati al turismo balneare, dall'altro a contribuire al miglioramento ed alla diversificazione dell'offerta turistica delle strutture ricettive presenti ed operanti nel territorio, con un attenzione particolare al turismo all'aria aperta. La coscienza dello straordinario patrimonio naturale e paesaggistico che circonda i lidi può divenire elemento di attrazione per la scelta della meta turistica anche per chi è prevalentemente interessato alla vacanza balneare.

E' partito venerdì 6 agosto, il ciclo di incontri che si svilupperanno nei mesi di agosto e settembre, che il Parco ha organizzato, con la basilare collaborazione delle Guardie Ecologiche Volontarie di Ferrara, presso le strutture ricettive che hanno aderito all'avviso pubblicato sul sito web dell'Ente e sui principali  social ad esso collegati,
Gli incontri, vere e proprie occasioni di "animazione ambientale" interattiva, si svolgeranno in diversi campeggi e villaggi turistici della costa. Oltre a far conoscere il Parco nel suo complesso, quale realtà ambientale permeata e legata al lavoro dell'uomo, in particolare sono finalizzati a fornire elementi di base riguardanti: la presenza del fratino, il piccolo uccello trampoliere che nidifica sulle spiagge del Parco, delle tartarughe marine, specie di prioritario valore ecologico che frequentano i mari presso il litorale ferrarese e ravennate per l'alimentazione e che, a volte, necessitano di soccorso e cure; il ritorno del lupo nelle pianure del Delta, ormai più che accertato negli ambienti del Parco dal 2020, dalle Valli di Argenta fino alle pinete storiche di Ravenna (dopo 250 anni) e alla pinete costiere.  Inoltre, verranno spiegati i  comportamenti corretti da tenere in caso di incontro con esemplari appartenenti alle specie illustrate, in maniera da assicurare la migliore maggiore tranquillità dei frequentatori del Parco, siano essi animali che umani!

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po