Vai alla home di Parks.it
 

Radicchio variegato di Castelfranco IGP

Il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP nasce da un incrocio effettuato a fine 1800 tra il Radicchio Rosso di Treviso e l'Indivia scarola.
La sua coltivazione ebbe notevole successo e già nei primi anni del secolo scorso si estese notevolmente.
Conosciuto e apprezzato non solo in Veneto, questo Radicchio IGP ha assunto una notevole importanza economica nel territorio di produzione. Le quantità annue prodotte si aggirano sulle 200 tonnellate, di cu i un 5% destinato all'esportazione. Viene utilizzato sia crudo in insalata, sia cotto come ingrediente principale di numerose preparazioni gastronomiche.
Il radicchio Variegato di Castelfranco ha un cespo di diametro minimo di 15 cm; partendo dalla base del cespo si ha un giro di foglie piatte, un secondo giro di foglie più sollevate un terzo giro ancora più inclinato e così via fino ad arrivare al cuore. Lunghezza massima del fittone è di 4 cm. Il colore delle foglie è bianco-crema con variegature distribuite in modo equilibrato su tutta la pianta fogliare di tinte diverse dal viola chiara al rosso vivo. I Cespi hanno un peso minimo di 100g e diametro di 15 cm. Il sapore delle foglie è dal dolce al gradevole amarognolo molto delicato.

Altre informazioni

Radicchio variegato di Castelfranco I.G.P.
Radicchio variegato di Castelfranco I.G.P.
I produttori segnalati
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Parco Naturale Regionale del Fiume Sile