Vai alla home di Parks.it

Peperone di Zero Branco

Peperone di Zero Branco
PAT - Prodotti Agroalimentari Tradizionali


Un po' in tutto l'areale fresco e ricco d'acque delle risorgive, il peperone si coltiva da tempi lontani.
Il peperone è un ortaggio proveniente dall'America del Sud che ha fatto la sua comparsa sulle tavole europee nel XVI secolo. Secondo alcuni studiosi il centro di partenza della diffusione di questo vegetale è il Brasile, secondo altri la Giamaica. La coltivazione delle numerosissime varietà di questa pianta è largamente diffusa a livello mondiale, mentre la superficie dedicata alla sua coltivazione in Italia si sta progressivamente riducendo. A Zero Branco la coltura del peperone ha origini antiche ed è favorita dalla particolarità delle condizioni climatiche. Ogni anno, tra la fine di agosto e inizio settembre, si tiene in paese la rinomata Festa del Peperone, dove si può visitare la mostra ortofrutticola ed acquistare prodotti freschi di prima qualità a prezzi competitivi. La varietà originaria, coltivata in questa zona, è "Quadrato d'Asti", che tuttavia ha subito, nel corso del tempo, delle modifiche migliorative, dovute ad attente selezioni e meditati incroci, ottenendo le tipologie attualmente coltivate, in particolare il "pathos giallo", che in questa zona si esprime a livelli qualitativi molto alti. La coltivazione del peperone non è difficile: tra la fine di marzo e i primi di aprile si mettono a dimora sotto tunnel freddo, manualmente o con macchine adatte. Il terreno deve essere lavorato a media profondità e arricchito da concimi organici. Le piante hanno bisogno di una certa quantità d'acqua, per cui vengono irrigate preferibilmente a goccia; come hanno bisogno di non essere disturbate da piante infestanti, per cui vanno tenute libere dalle stesse, mediante sarchiature e zappature manuali. A circa 80-90 giorni dal trapianto, i peperoni cominciano a maturare e vengono raccolti a mano assieme al loro picciolo.
La qualità del frutto raccolto dipende dalla sua consistenza, dallo spessore della polpa, dal colore che deve essere giallo brillante, dalla forma regolare, dalla pezzatura e dal gusto che non deve risultare piccante ed a Zero Branco queste caratteristiche si esprimono tutte ad alto livello con soddisfazione dei consumatori. Non va dimenticato che il peperone è una delle ricchezze dell'alimentazione nella seconda parte dell'estate e nel primo autunno, grazie alla ricchezza di Vitamina B1 e soprattutto C (150 mg di Vitamina C per 100 g di peperone); questo è in assoluto l'ortaggio più ricco di tale vitamina, se solo si pensa che le arance ne hanno "solo" 50 mg per 100 g di prodotto.
Grazie a queste caratteristiche, il peperone di Zero Branco è un ottimo antiossidanti naturale, quindi combatte i radicali liberi, responsabili delle alterazioni cellulari che sono causa anche del loro invecchiamento, ma soprattutto dei tumori e delle malattie coronariche.
Il peperone trova ampio impiego in cucina: può essere usato fresco in insalata, cotto in padella, ripieno, in conserva sott'aceto o al naturale.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Parco Naturale Regionale del Fiume Sile