Vai alla home di Parks.it
 

"European birdwatch": ammirare la migrazione autunnale nelle oasi e riserve lipu

L'evento si terrà sabato 2 e domenica 3 ottobre 2010

(Civitella del Lago, 29 Set 10) Milioni di uccelli selvatici lasceranno nelle prossime settimane l'Europa per migrare verso l'Africa, dove trascorreranno l'inverno. Lo ricorda la LIPU-BirdLife Italia che presenta l'Eurobirdwatch, l'evento di osservazione della migrazione che si terrà sabato 2 e domenica 3 ottobre nelle Oasi e Riserve dell'associazione e in numerose altre aree ad alto valore ornitologico sul territorio nazionale. La manifestazione, che si tiene nell'ambito del 2010 Anno internazionale della Biodiversità, è organizzata a livello europeo da BirdLife International.

Durante l'evento del 2-3 ottobre, che si terrà in contemporanea in 27 Paesi europei, la LIPU organizza visite guidate alla scoperta delle proprie Oasi e Riserve dove vivono e si riproducono oltre 250 specie di uccelli selvatici: zone umide, colline, montagne, boschi e zone costiere da esplorare e conoscere insieme alle guide LIPU. Aree di estrema importanza situate lungo le rotte migratorie (flyways) e dove gli uccelli migratori possono sostare prima di ripartire per il lungo viaggio verso Sud.
Oltre che nelle Oasi e Riserve, dove si entrerà gratuitamente, la LIPU organizzerà il 2-3 ottobre, grazie ai propri volontari, eventi in altre aree importanti in Italia per il birdwatching, quali parchi, riserve, zone umide e costiere, fra le quali numerose ZPS (Zone protezione speciale) e le IBA (aree importanti per gli uccelli).

Per i partecipanti vi sarà la possibilità di contribuire direttamente, con l'aiuto degli esperti LIPU, a un grande censimento europeo degli uccelli migratori.

Grazie al supporto delle decine di migliaia di persone che aderiranno all'Eurobirdwatch (nell'edizione dell'anno scorso i partecipanti in Europa furono quasi 70mila) BirdLife International chiederà ai leader dei Paesi della Convention sulla Diversità Biologica (CBD) di Nagoya (Giappone) un impegno forte e concreto per salvare la biodiversità.

Le specie più viste in Italia nell'edizione 2009 sono state lo storno, il germano reale e il fenicottero rosa. A livello europeo, l'Eurobirdwatch 2009, effettuato nei propri Paesi da 35 associazioni aderenti a BirdLife International, ha visto lo svolgimento di oltre 1.800 eventi dedicati al birdwatching e 2,8 milioni di uccelli osservati. Il Paese europeo che ha organizzato più eventi e uccelli censiti è stato la Russia (837 eventi e quasi 1 milione di volatili avvistati).

Per informazioni è possibile telefonare al n. 0521/273043 (e-mail: info@lipu.it) o visitare i siti web www.lipu.itwww.birdlife.sk/ebw10.html
'European birdwatch': ammirare la migrazione autunnale nelle oasi e riserve lipu
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Regione Umbria