Vai alla home di Parks.it

Parco Regionale della Grigna Settentrionale

www.parcogrigna.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Bellano - Riva di Gittana - Gittana - Regoledo - Gisanzio - Bologna - Esino Lario - Alpe di Esino - Forcella dell'Alpe - Pina di San Pietro - Ortanella - Selva - Guillo - Strada del Monte Fopp - Alpe di Fopp - Croce di Fopp - Vezio - Varenna - Bellano

In bici         
  • Partenza: Stazione F.S. di Bellano (202 m)
  • Arrivo: Stazione F.S. di Bellano (202 m)
  • Lunghezza: 26 km
  • Dislivello: 1.270 m circa; quota massima raggiunta: 1.171 m (Alpe di Esino)

Visitare questa sponda del Lario perdendosi la meravigliosa discesa che da Ortanella conduce a Varenna, sarebbe come visitare Roma senza vedere il Colosseo...
Quello proposto è un itinerario ad anello con la prima parte della salita, dallo sviluppo e dislivello maggiore, lungo una panoramica e poco trafficata strada asfaltata dalla pendenza mai eccessiva. Gli ultimi 300 m di dislivello, invece, costituiti da una ripida mulattiera dal fondo acciottolato, daranno del filo da torcere anche ai cross-countrysti più agguerriti. La discesa, prevalentemente su singletrack guidato, è varia e divertente, mediamente non troppo difficile, ma con qualche breve passaggio impegnativo e con scorci sul lago e Varenna davvero imperdibili.

Partendo dall'ampio parcheggio della Stazione ferroviaria di Bellano (202 m), si imbocca la Strada provinciale in direzione sud (indicazioni per Varenna) e la si percorre sino alla loc. Riva di Gittana, ove si svolta a destra (sempre su asfalto), salendo alla volta di Gittana (322 m) - Regoledo (558 m) - Bologna (617 m). Giunti in prossimità del bivio che a sinistra conduce al centro di Bologna, si prosegue a destra, in discesa, congiungendosi velocemente alla S.p. per Esino, che si imbocca verso sinistra, questa volta in salita, sino a giungere all'abitato di Esino Lario (834 m).
Qui, oltrepassata la piazza del Municipio (fontana), si imbocca la prima strada a destra (indicazione per Ortanella); dopo circa un chilometro, in loc. Bigallo, si svolta a sinistra su splendida mulattiera lastricata che, in breve, diventa piuttosto ripida (indicazione per l'Alpe di Lierna).
Proseguendo, le indicazioni da seguire sono quelle per l'Alpe di Esino che si raggiunge dopo circa 30' di salita (seguire il segnavia n. 71). Il bosco lascia qui posto ad un'ampia radura (Alpe di Esino, 1.171 m, quota massima), ove è piacevole una sosta per ammirare i verdi versanti circostanti.
Lasciata l'Alpe alle spalle, dopo circa 700 m si raggiunge la Forcella dell'Alpe (1.125 m), con il tratturo che, nel frattempo, si è trasformato in single-track in discesa. Si svolta ora a sinistra (verso ovest) seguendo l'indicazione per Ortanella: il panorama è notevole, con un colpo d'occhio sul Lario davvero spettacolare.
Dopo una prima parte in discesa, caratterizzata da qualche passaggio tecnico, il sentiero prosegue con alcuni saliscendi e poi nuovamente in discesa sino ai Prati di San Pietro, ove una visita alla graziosa chiesetta è consigliata (indicazioni per Ortanella sempre presenti). Proseguendo lungo il principale tratturo attraverso i prati (svoltare a destra, poi a sinistra lungo il "Sentiero del Viandante"), si arriva in breve ai Prati di Ortanella, dove gli amanti della buona tavola troveranno soddisfazione sostando in uno dei ristori dei dintorni. Adeguatamente rifocillati, si prosegue oltre le case di Guillo (indicazione "Sentiero del Viandante"): dopo un primo tratto pianeggiante che costeggia alcune abitazioni, la strada "interpoderale del Monte Fopp" (proseguire oltre la sbarra) prende quota, ed in pochi minuti porta ad un bivio, ove si prende a destra, in discesa, seguendo sempre la segnaletica del Sentiero del Viandante.
La discesa è ben tracciata e regala passaggi emozionanti e panorami mozzafiato. Il sentiero, a tratti scorrevole e veloce, a tratti più impegnativo, presenta alcuni punti esposti dove è il caso di essere prudenti.
Si consiglia inoltre attenzione lungo tutto il tracciato per l'eventuale presenza di escursionisti a piedi.
Sbucati in prossimità dell'abitato di Vezio e dell'omonimo castello (ingresso a pagamento), si prosegue per i vicoli e le scalinate del paese di Varenna scendendo sino al lago.
Il rientro a Bellano è a ritroso lungo la S.p. (girare a destra e proseguire in direzione nord seguendo le indicazioni).

Numerazione Segnavia: il sentiero del Viandante è ben indicato da Ortanella con apposita cartellonistica verticale a freccia su base di color rosso. Dall'Alpe di Esino ai Prati di Ortanella seguire il sentiero n. 71.

 


Croce di Fopp
Croce di Fopp
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera