Vai alla home di Parks.it
 

Madonie,Paesaggi 1973/2021 Mostra Permanente a Palazzo Pucci Martinez

Inaugurazione Venerdi 9 settembre alle ore 18

(Petralia Sottana, 05 Set 22)

Venerdì 9 settembre, alle ore 18.00, presso palazzo Pucci Martinez, sede dell'Ente Parco delle Madonie ,verrà inaugurata la mostra permanente Madonie, Paesaggi 1973/2021. Fondo storico e nuove committenze, esito dell'omonimo progetto promosso dal Museo Civico Antonio Collisani, istituzione del Comune di Petralia Sottana, in collaborazione con l'Ente Parco delle Madonie e l'Accademia di Belle Arti di Palermo.Vincitore del bando nazionale del Ministero della Cultura , Direzione Generale della Creatività Contemporanea, "Strategia Fotografia 2020", con la presentazione del catalogo ufficiale con le testimonianze del passato con quelle contemporanee con l'obiettivo di una programmazione a lungo termine, una collezione fotografica sul paesaggio madonita iniziata da Enzo Sellerio negli anni '70.Circa cento fotografie di grandi dimensioni (120 × 200 centimetri e 200 × 120 centimetri) - restaurate e schedate durante un workshop organizzato dall'Accademia di Belle Arti di Palermo nel 2019 frutto dell'accorpamento di tre distinte mostre realizzate tra il 1973 e il 1975 a Polizzi Generosa da Enzo Sellerio con Leonard Freed e Josip Ciganovic. Custodite oggi dal Comune di Petralia Sottana, nel Palermitano, le opere sono patrimonio del Museo Civico Antonio Collisani e visitabili a Palazzo del Giglio, storica sede del Municipio.A questa serie di opere si aggiungono, 48 nuovi scatti, frutto delle residenze artistiche (avvenute sul territorio tra luglio e ottobre del 2021), di otto fotografi contemporanei, nazionali e internazionali. 

La mostra è un concerto di sguardi nutriti dal paesaggio delle Madonie: quelli di Paulo Catrica (fotografo portoghese e docente all'Universidade Nova de Lisboa e all'Universidade Católica do Porto), della fotografa siciliana Maria Vittoria Trovato, dei fotografi del gruppo Presente Infinito (Marcello De Masi, Luigi Fiano, Lorenzo Martelli, Alvise Raimondi, Sebastiano Raimondo e Giovanni Scotti).Gli scatti contemporanei offrono la possibilità di riflettere sulle trasformazioni del paesaggio ma anche su quelle della fotografia, in 50 anni di profondi mutamenti tanto della cultura quanto della natura, della società e del territorio, riconoscendo, ancora una volta, l'arte della fotografia come potente strumento rivelatore di identità.

«Il progetto Madonie. Paesaggi 1973/2021 - dichiarano i curatori del progetto Emilia Valenza e Sandro Scalia, docenti dell'Accademia di Belle Arti di Palermo -  professionisti museali impegnata a preservare e comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale mondiale, attuale e futuro, materiale e immateriale.Lo sguardo del "fotografo contemporaneo" si è rivelato attento alle dinamiche storiche e alle modificazioni paesaggistiche.La mostra è un concerto di sguardi nutriti dal paesaggio delle Madonie: quelli di Paulo Catrica (fotografo portoghese e docente all'Universidade Nova de Lisboa e all'Universidade Católica do Porto), della fotografa siciliana Maria Vittoria Trovato, dei fotografi del gruppo Presente Infinito (Marcello De Masi, Luigi Fiano, Lorenzo Martelli, Alvise Raimondi, Sebastiano Raimondo e Giovanni Scotti). 


Allegati:
Madonie,Paesaggi 1973/2021 Mostra Permanente a Palazzo Pucci MartinezMadonie,Paesaggi 1973/2021 Mostra Permanente a Palazzo Pucci Martinez
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco delle Madonie