Vai alla home di Parks.it

Ponti sul Mincio: pubblicato il bando per riqualificare la ciminiera della centrale termoelettrica

Obiettivo è l’individuazione di una proposta che permetta la trasformazione della ciminiera come “Porta Settentrionale del Parco del Mincio e del Mantovano”.

(Mantova, 29 Set 17) Si è tenuta mercoledì, presso la Sede del Consorzio del Parco del Mincio, la Conferenza Stampa di presentazione del Bando di Concorso per la riqualificazione architettonica della ciminiera da 150 m. dell'impianto produttivo della Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio.

Il Bando, pubblicato oggi e di carattere internazionale, è aperto a tutti i professionisti, singoli o associati, appartenenti ai settori dell'architettura, del design e dell'ingegneria nonché ad artisti e ricercatori che operano all'interno di Università.

Obiettivo del Concorso è l'individuazione di una proposta che permetta, sulla base delle indicazioni progettuali già approvate dagli enti competenti, la trasformazione della ciminiera come "Porta Settentrionale del Parco del Mincio e del Mantovano".

A seguito del potenziamento dell'impianto nei primi anni 2000, la Centrale di Ponti sul Mincio è stata sottoposta ad importanti azioni di riqualificazione ambientale. La ciminiera ha però ricevuto da subito una particolare attenzione ipotizzandone la trasformazione in un elemento in grado di riproporsi creando un nuovo valore al territorio.

Nel 2014, anche su sollecitazione degli Enti Locali, in particolare del Parco del Mincio e dell'Amministrazione del Comune di Ponti sul Mincio, le società proprietarie della Centrale (A2A gencogas SpA, AGSM Verona SpA, AIM Vicenza SpA e Dolomiti Energia SpA), hanno sviluppato un progetto che rendesse possibile l'integrazione della ciminiera nel territorio trasformandola in una "Torre Belvedere", accessibile ai visitatori, utile per la collettività sia dal punto di vista del profilo culturale che di quello di attrattore turistico.

Il progetto è stato sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale con un iter particolarmente attento nel valutare gli effetti sulle diverse matrici paesaggistiche e socio-economiche, ottenendo, nell'ottobre del 2016, la compatibilità ambientale da parte del MATTM con alcune prescrizioni, tra le quali quella di indire un "Concorso di idee" finalizzato a: … "ripensare, anche sotto l'aspetto visuale, la ciminiera attraverso soluzioni progettuali che, configurando la permanenza del manufatto, siano capaci di conseguire espressioni figurative di valenza semantica che rafforzino i valori simbolici che i diversi attori territoriali attribuiscono allo stesso come landmark territoriale e paesaggistico"…

Un apposito gruppo di lavoro, coordinato dalle società proponenti, che ha visto la fattiva e competente partecipazione dei rappresentanti di tutti gli Enti interessati al progetto, ha permesso di definire il testo del Bando di Concorso . Il Bando sarà pubblicato il 29 settembre 2017 e prevede un termine di richiesta di possibili chiarimenti entro il 29 Ottobre; la presentazione degli elaborati è stata fissata al 28 Dicembre. Il programma prevede la pubblicazione dei risultati il 28 Marzo e la premiazione dei progetti vincitori entro il 28 Aprile 2018.

Sarà costituita un'apposita Commissione Tecnica e di Valutazione (la Giuria), espressione degli Enti coinvolti nel progetto, al fine, in particolare, di formulare i giudizi che determineranno la graduatoria di merito. Al primo classificato andranno 8.000 euro, al secondo 3.000 euro ed al terzo 2.000 euro; inoltre saranno istituiti due "Premi speciali della Giuria", entrambi del valore di 1.000 euro, destinati a valorizzare due ulteriori progetti. Potranno essere selezionate  altre opere a cui conferire speciale menzione per originalità, contenuto artistico, innovazione che saranno esposte insieme ai vincitori in occasione della manifestazione di premiazione.

La riuscita del progetto rappresenta un caso emblematico e rilevante, forse unico nel suo genere: in un processo di trasformazione sostenibile di un pezzo della recente storia industriale italiana, la "Porta Nord del Parco del Mincio''  diverrà elemento di valore per il territorio in cui è inserita, nel totale rispetto delle valenze paesaggistiche e naturalistiche delle aree protette in cui è ubicata. 

La presentazione del Concorso, che ha visto la partecipazione del Presidente del Parco del Mincio Maurizio Pellizzer, del Sindaco di Ponti sul Mincio Giorgio Rebuschi, e del CEO di A2A gencogas Massimo Tiberga rappresentante anche per le altre Società proprietarie, di Francesca Zaltieri, consigliere delegato per la scuola, la formazione e il lavoro della Provincia di Mantova, è stata l'occasione per ribadire l'indubbio valore ambientale e la posizione privilegiata del manufatto, che s'inserisce nell'area di pregio del Parco del Mincio e dal quale si potranno ammirare, con uno skyline inedito, uno degli scorci più belli della pianura padana seguendo il corso del Mincio dalla sua foce dal lago di Garda alle colline del mantovane. 

Giorgio Rebuschi, Sindaco di Ponti sul Mincio, ha voluto sottolineare come, solo con una grande determinazione e  spirito innovativo, sia stato possibile portare a termine il lungo e tortuoso iter autorizzativo: "grazie ad una forte sinergia tra Enti ed Istituzioni con la Proprietà della Centrale e con tutto il territorio, abbiamo dato concretezza ad un progetto ambizioso che connoterà la ciminiera, la Torre, come marchio territoriale permettendo ai visitatori di conoscere  la storia del territorio in tutto il suo contesto, attraverso un'area museale dedicata. Anche il turismo sostenibile ne beneficerà, considerata la vicinanza alla ciclabile Mantova-Peschiera".

Il Presidente del Parco del Mincio, Maurizio Pellizzer, nel ribadire il percorso virtuoso compiuto tra Privati e Enti, ha voluto invece sottolineare che "L'ente Parco ha sostenuto con passione tutto questo percorso, che permetterà di restituire al territorio un manufatto che muterà la sua veste industriale per inserirsi armoniosamente nell'ambiente e che diventerà una delle nuove leve dell'educazione ambientale nel Parco, una risorsa per le attività didattiche ed ecoturistiche che vi potranno essere programmate. Dall'alto della Torre si potrà scrutare il territorio, quasi dallo stesso punto di vista dei falchi pellegrini che vi hanno insediato i loro nidi".

Accedi al bando: https://www.a2a.eu/it/gruppo/termoelettrici/centrale-ponti-mincio/concorso-parco-mincio

Scadenza: 28/12/2017

Un momento della conferenza stampa
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Parco del Mincio