Vai alla home di Parks.it

Monitoraggi lungo il fiume per gli studenti del Progetto Mincio

Coinvolti studenti e studentesse di quattro scuole secondarie di primo grado di e di due istituti superiori di Mantova e dell’hinterland

(Mantova, 30 Apr 19) Nell'ambito della Convenzione per l'Alternanza Scuola Lavoro stipulata tra Parco del Mincio e Istituto Superiore Fermi, il Progetto Mincio di Labter Crea, inserito nel Contratto di Fiume Mincio, è tornato in campo con una giornata di monitoraggio lungo il fiume, nella quale sono stati coinvolti studenti e studentesse di quattro scuole secondarie di primo grado di e di due istituti superiori di Mantova e dell'hinterland.

Le attività sono consistite in indagini ambientali in sette stazioni di rilevamento tra Monzambano e  Governolo e in due stazioni localizzate sui canali Goldone e Osone, che gli studenti hanno realizzato con l'assistenza di Parco del Mincio, ARPA Lombardia e Comuni di Rodigo, Roncoferraro, Goito, Curtatone e Pro Loco "Amici di Rivalta". A scendere in campo sono stati le classi terze del progetto PON della scuola secondaria di primo grado di Goito, la classe 3C della SSPG di Roncoferraro,  la classe 2A della SSPG di Marmirolo, la classe 4D Articolazione Produzioni e Trasformazioni dell'Istituto Superiore Strozzi di Mantova, la classe 4CCH Materiali - 4CBIO Biotecnologie dell'Istituto Superiore Fermi di Mantova. In particolare, il Parco del Mincio, con la Guardia Ecologica Volontaria Sergio Ferrari, ha accompagnato, a bordo dell'imbarcazione dell'ente, gli studenti dell'IS Strozzi dal porticciolo di Grazie nella stazione localizzata sull'Osone, affluente sotto speciale sorveglianza per il suo apporto di limi nella zona umida,  e in una stazione all'interno delle Valli del Mincio: con l'utilizzo di appositi kit, gli studenti hanno determinato i parametri previsti dai Protocolli GREEN (Global Rivers Environmental Education Network) e GLOBE (Global Learning and Observations to Benefit the Environment), vale a dire Temperatura, Ossigeno Disciolto, pH, Nitrati, Fosfati Totali, Trasparenza. Inoltre, per rilevare eventuali contaminazioni da inquinamenti fecali, verrà fatta la semina relativa all'Escherichia coli. 

"L'impegno del Parco del Mincio nelle attività di monitoraggio delle acque del fiume è costante e incrementa il proprio valore quando coinvolge anche le nuove generazioni – spiega il presidente del Parco del Mincio, Maurizio Pellizzer -. Progetto Mincio è un'iniziativa estremamente virtuosa, che il Parco sostiene e promuove, perché integra la funzione di tutela degli ecosistemi con quella dell'educazione ambientale, affiancandosi inoltre alle attività di monitoraggio con boe multiparametriche che l'Ente sta svolgendo con il progetto transnazionale Ecosustain". 

Altre attività di indagine ambientali hanno coinvolto gli studenti della classe 3C della scuola secondaria di primo grado Bertazzolo in tre stazioni sui Laghi di Mantova e nella riserva naturale Vallazza, e sono state realizzate in collaborazione con il Parco del Minio e con l'assistenza di ARPA Lombardia sede di Mantova e di FIAB Mantova. I campioni di acqua prelevati saranno esaminati nei prossimi giorni successivi dalla classe 4CCH Materiali- 4CBIO Biotecnologie dell'IS per la ricerca dell'Escherichia coli. 

Per finalità comparative, ulteriori analisi sui campioni prelevati saranno effettuate anche in un laboratorio privato per la ricerca di Nitrati e Fosfati, e del Glifosato, un erbicida diffusissimo, su cui è in atto una discussione a livello mondiale per la presunta cancerogenicità.

Il rapporto finale verrà presentato dagli studenti del Fermi a conclusione del progetto Alternanza, presso la sede del Parco del Mincio. 

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco del Mincio