Vai alla home di Parks.it

Approvazione della Convenzione tra il Parco Regionale del Mincio e Regione Lombardia relativa al Monitoraggio per il Deflusso Ecologico del Fiume Mincio

(Mantova, 25 Nov 20) Il Parco del Mincio ha ottenuto da Regione Lombardia le risorse necessarie per avviare una campagna di monitoraggio qualitativo e quantitativo del fiume Mincio finalizzata a definire il Deflusso Ecologico, parametro che consente di determinare le portate minime necessarie a mantenere la funzionalità del reticolo idrografico delle Valli. La Giunta Regionale ha approvato il 23 novembre lo schema di convenzione con l'ente parco "Approvazione dello schema di convenzione tra la Regione Lombardia e il Parco regionale del Mincio per lo svolgimento di attivita' conoscitive e di monitoraggio quali-quantitativo del fiume Mincio", (Delibera n. 3898 su proposta dell'assessore agli enti Locali Massimo Sertori). il via libera oggi nella sede dell'ente dalla comunità del Parco.

"L'attività del Parco – spiega il presidente Maurizio Pellizzer - consentirà un'integrazione della rete di monitoraggio esistente, in capo ad ARPA e AIPO, attraverso l'individuazione e l'implementazione di nuove sezioni di misura previste negli ambiti di maggiore valenza ambientale della riserva naturale Valli del Mincio, proprio in virtù delle peculiarità del fiume. Un altro passo concreto di attuazione di uno dei punti previsti dal programma d'azione del Contratto di fiume che per essere attuato richiedeva un'azione di controllo e monitoraggio, anche in continuo, dello stato quantitativo della risorsa idrica, direttamente correlato con la qualità ecologica del corso d'acqua.".

Il contributo riconosciuto è di euro 100.000,00 da erogarsi in una prima quota di anticipo entro 30 giorni dalla sottoscrizione della convenzione o entro il 31 dicembre 2020, il saldo entro 30 giorni dalla trasmissione da parte del Parco della relazione finale a completamento delle attività, che dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2021.

Nello specifico, è prevista l'attivazione di sezioni di misura del livello idrico lungo il fiume Mincio, a Rivalta sul Mincio e nel tratto terminale del canale Osone. Misure di portata in differenti condizioni idrologiche consentiranno la definizione della scala delle portate per ognuna delle sezioni, e quindi il calcolo della portata in funzione del livello rilevato. Grazie alla convenzione stipulata con la Giunta regionale, il Parco svolgerà attività conoscitive del fiume, finalizzate in particolare alla caratterizzazione dello stato delle risorse idriche nel tratto fluviale compreso tra il comune di Goito e i laghi di Mantova, attualmente privo di sezioni di misura.

Nel tempo, l'utilizzo dell'acqua a fini irrigui e industriali e la necessità di proteggere la città di Mantova dalle piene hanno determinato la creazione di un sistema di opere – impianti di presa e regolazione, canali e scolmatori – che possono introdurre elementi di criticità negli apporti idrici alle Valli e ai Laghi, come nel caso del manufatto regolatore di Casale-Sacca, come evidenziato nel tempo.  Lo scopo quindi è quello di approfondire la conoscenza del tratto fluviale e la verifica del suo stato quali-quantitativo attraverso costanti misurazioni negli ambiti di maggiore valenza ambientale, collocati in particolare nei Siti della Rete Natura 2000 SIC "Ansa e Valli del Mincio" e della ZPS "Valli del Mincio".

Rivalta sul Mincio, una delle tre sezioni di misura dl livello idrico lungo il fiume Mincio
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco del Mincio