Vai alla home di Parks.it

Forti, torri e castelli: il Mincio e la guerra

Forti, torri e castelli: il Mincio e la guerra
Forti, torri e castelli: il Mincio e la guerra
Guida tascabile a quattro itinerari che raccontano "Il Mincio e la guerra", la storia si percorre in bicicletta
I quattro itinerari sono intitolati "Mura, torri, rocche e castelli dell'Alto Mincio", "Peschiera-Mantova: il lato occidentale del Quadrilatero", "Mantova fortezza: un percorso tra arte e guerra" (realizzato in collaborazione con il Comune di Mantova assessorato Cultura e Turismo), "Il Serraglio: le terre tra Mincio e Po". Il "Il Mincio e la guerra" si pone come mezzo di promozione e valorizzazione turistica proponendo un insieme di percorsi ciclabili di carattere storico-naturalistico, che consentono di visitare opere e architetture, così come luoghi e monumenti oggi simboli e memoria della storia militare di questi territori. Dalle mura, torri, rocchi e castelli di epoca scaligera, viscontea e gonzaghesca, come i castelli di Monzambano, Ponti sul Mincio, Pozzolengo, Solferino, Cavriana, Castellaro Lagusello e Volta Mantovana, che per lungo tempo contrassegnarono la divisione delle terre venete da quelle mantovane, e che ancora oggi disegnano il paesaggio dell'alto Mincio, si giunge con continuità a Peschiera e Mantova, dove è possibile ravvisare i segni della costante militarizzazione che ha determinato la trasformazione del Mincio, assieme all'Adige, al Po e ai territori fra essi compresi, in una macchina da guerra capace di resistere indefinitamente.
  • Autore: Claudia Bonora Previdi

Sfoglia on-line Sfoglia on-line

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente Parco del Mincio