Vai alla home di Parks.it

Forti Salvi vecchio e Salvi nuovo

Forte Salvi nuovo, veduta del fronte di gola
Forte Salvi nuovo, veduta del fronte di gola

Uscendo da Peschiera attraverso Porta Brescia in direzione di Mantova si incontra ciò che resta delle opere Salvi, i primi forti staccati "a gruppi" realizzati sulla riva destra del Mincio sulle alture del Monte Salvi a potenziamento della cinquecentesca Cittadella. I due forti, Salvi nuovo e Salvi vecchio, sono oggi di proprietà privata, e negli elementi che si conservano è possibile leggere l'evoluzione dei forti ottocenteschi che dall'impiego delle forme tradizionali del sistema bastionato prosegue nella sperimentazione di un ordinamento difensivo a forti staccati. Tra i due, quello meglio conservato è il forte Salvi nuovo, caratterizzato da un impianto poligonale pentagonale a saliente acuto, con la spessa muratura di pietra bianca veronese del fronte di gola e muro "alla Carnot", disegnati da feritoie per il tiro di fucileria, che delimitano il perimetro dell'intera opera, protetta all'esterno da un ampio fossato secco. Il ridotto a forma di "S" allungata, a due piani, attualmente coperto da un tetto a falde in laterizio, è integrato a ovest da un corpo di fabbrica a uso residenziale e da un porticato aperto, mentre il lato opposto è caratterizzato dalla presenza del portale principale d'accesso al recinto interno. I terrapieni interni mostrano ancora i rampari e le postazioni per il tiro in barbetta.

Altre informazioni

Comune: Mantova (MN)  Regione: Lombardia


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente Parco del Mincio