Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale Monti Simbruini

www.parcomontisimbruini.it
 

ARCHIVIATA L’INCHIESTA PER ASSENTEISMO DEI DIPENDENTI DEL PARCO DEI MONTI SIMBRUINI

(Jenne, 12 Lug 16) Si è conclusa con una richiesta di archiviazione da parte del pubblico ministero dott. Giuseppe Mimmo della procura di Tivoli al GIP dott. Alberto Cisterna dopo quasi cinque anni dall'inizio delle indagini preliminari da parte della Compagnia dei Carabinieri di Subiaco, la vicenda giudiziaria che aveva coinvolto 51 dipendenti, su 75, del Parco dei Monti Simbruini per assenteismo. All'epoca dei fatti, ottobre 2011, il fatto sali agli onori della cronaca nazionale  in quanto circa i 2/3 dei dipendenti del Parco Naturale più grande del Lazio erano stati coinvolti in una inchiesta che li indagava per truffa aggravata e falso ideologico.  Lo stesso PM, nella richiesta di archiviazione, osserva che "… molti dipendenti lavoravano fuori dalla sede del Parco o uscivano per servizio senza procedere ad alcuna timbratura intermedia, che anzi era tecnicamente non consentita ….. ovvero che l'uscita per servizio senza timbratura era sostanzialmente ammessa". Osserva inoltre che " gli elementi emersi nel corso delle indagini preliminari non sono idonei a sostenere in giudizio l'accusa nei confronti degli indagati per i reati loro contestati". Tesi che il GIP del Tribunale di Tivoli, dott. Alberto Cisterna, ha accolto in toto disponendo l'archiviazione del procedimento, in data 14 giugno 2016.

"Siamo soddisfatti – commenta il Direttore del Parco dott. Paolo Gramiccia - Il decreto di archiviazione del Gip dott. Alberto Cisterna, riporta tutto nella giusta dimensione e dà ragione, a quanti, in questi anni, conoscendo bene il funzionamento della macchina Parco non hanno mai creduto a comportamenti dei dipendenti lesivi dell'immagine dell'Ente e soprattutto contrari alla legge. Con la decisione di oggi si chiude definitivamente una vicenda amara per chi l'ha subita e si è ristabilito finalmente un clima di soddisfazione e di serenità all'interno dell'Ente per persone che spesso operano sul territorio con spirito di sacrificio al di là delle loro mansioni".

«La positiva conclusione della vicenda ci rende pienamente soddisfatti anche per le modalità in cui è avvenuta – aggiunge il Commissario dell'Ente dott. Enrico Panzini - grazie all'operato del pm dott. Giuseppe Mimmo della procura di Tivoli che ha chiesto ed ottenuto dal gip l'archiviazione dell'indagine. In tal modo la procura e il tribunale di Tivoli hanno riconosciuto la completa estraneità del personale coinvolto nella vicenda che tanto allarmò, a suo tempo, l'opinione pubblica e i media nazionali. Dopo tanto clamore riteniamo che con la stessa enfasi, si dia oggi risalto alla fine di una vicenda che, per chi l'ha subita, è stata motivo di preoccupazione e, in alcuni casi,  di disagio fisico, morale ed economico,  dandone il giusto rilievo sui media locali e nazionali".

A cura del servizio Comunicazione

LG/46/16

 

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Parco Naturale Regionale Monti Simbruini