Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale Monti Simbruini

www.simbruini.it

Storia e cultura

Monasteri benedettini di Santa Scolastica e di San Benedetto

Infanzia Primarie Medie Superiori Insegnanti Gruppi Altro
scuola elementare scuola media (secondaria 1° livello) scuola superiore (secondaria 2° livello) accompagnamento altre proposte

Monastero di S. Scolastica si presenta come un complesso di edifici costruiti in epoche e stili diversi: un ingresso, sul quale figura la scritta "Ora et Labora", con strutture del XX secolo, introduce nel primo chiostro o "Chiostro Rinascimentale" del secolo XVI, dal quale si passa in un secondo chiostro o "Chiostro Gotico" del secolo XIV ed, infine, in un terzo, detto "Chiostro Cosmatesco", del secolo XIII. Il Campanile è del XII secolo e la Chiesa attuale è della fine del 1700, l'ultima di ben cinque chiese stratificatesi lungo i secoli.
Il monastero ebbe il periodo di maggiore splendore tra il secolo XI e il secolo XIII. Nel 1465 i due chierici tedeschi A. Pannartz e C. Sweynheym vi impiantarono la prima tipografia italiana, che arricchì la Biblioteca, già esistente, di incunaboli e di libri di grande valore.

La Biblioteca è oggi situata sul lato nord del Chiostro Gotico, mentre il Refettorio si trova nel lato ovest del Chiostro Cosmatesco, un tempo sormontato dal Dormitorio.  Info prenotazioni visite guidate Monastero Santa Scolastica

 

Monastero di San Benedetto: "Soglia del Paradiso" lo definì il Petrarca, ed ancora oggi la vista di questo "Nido di rondini" suscita al visitatore intenze emozioni. San Benedetto scelse di trascorrere un periodo di meditazione e di preghiera.  Qui gettò le basi per la sua regola  e per l'organizzazione del suo ordine. Il santuario è costituito da due Chiese sovrapposte e da diverse cappelle collegate da pareti irregolari, volte, scale, che ben si mimetizzano con la roccia circostante. Degni di nota:

- nella Chiesa Superiore, gli affreschi di scuola Senese (secolo XIV), il pavimento ed il pulpito;

- nella Chiesa Inferiore, affreschi del Conxolus (XIII), la Grotta Santa (con la statua di S. Benedetto del Raggi, discepolo di Bernini), il celebre affresco di S. Francesco D'Assisi senza aureola (quindi realizzato quando il Santo era ancora in vita), la Cappella della Madonna con affreschi di scuola Senese, la grotta dei Pastori ove S.Benedetto teneva lezioni di dottrina Cristiana e presso la quale è visibile cio cge resta di una Madonna col Bambino( sec. VIII), la più antica pittura del Monastero.

Info prenotazioni visite guidate Monastero San Benedetto  Tel. 0774.85039

Dove: Monasteri benedettini
Comune: Subiaco (RM)  Regione: Lazio
Durata: 2,30 ore

Tramonto sul Sacro Speco




share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Parco Naturale Regionale Monti Simbruini