Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale Monti Simbruini

www.simbruini.it

IX Sagra del fagiolone e dello scacchiato

(07 Nov 12) Sabato 10 e domenica 11 novembre 2012 in Piazza Italia a Vallepietra c'è la Sagra del fagiolone e dello scacchiato; nell'omonimo paesino nella provincia di Roma, due giorni dedicati alla valorizzazione e promozione del fagiolone, un prodotto speciale, tavole rotonde, mercatino, intrattenimento e buoni prodotti da degustare. Vallepietra è un incantevole centro abitato situato nel cuore del Parco dei Monti Simbruini. Monte Autore m 1858, Monte Tarino m 1961 e Comunacque, punto di incontro tra l'Aniene e il Simbrivio, sono i vertici di un immaginario triangolo che delimita il territorio di Vallepietra. L'elemento che maggiormente caratterizza il territorio è la copiosa presenza d'acqua. Non a caso il nome Simbrivio ha origine dal latino "sub imbribus" sotto le piogge. Queste favoriscono la ricca vegetazione forestale.

Attraverso doline e inghiottitoi, l'acqua piovana percorre vie sotterranee non conosciute e ramificate sino a riemergere limpida e pura. Dal Monte Autore sgorgano le acque del gelido Simbrivio, come lo definisce lo scrittore latino Silio Italico. Il fiume scorre lungo tutta la valle, raccoglie innumerevoli altri corsi fino al confluire, in località Comunacque, nell'Aniene, che nasce a Filettino e percorre tutta la valle parallela a quella del Simbrivio.

Il Parco dei Monti Simbruini, spiegano il Commissario Maurizio Lucidi ed il Direttore f.f. Alberto Foppoli, da anni impegnato nella promozione e nella valorizzazione delle produzioni agricole tradizionali del territorio, ha implementato il progetto "Natura in Campo – PROGRAMMA INTEGRATO DI VALORIZZAZIONE DELLE FILIERE AGRICOLE", finanziato dalla Regione Lazio nell'ambito del 5° Accordo di Programma Quadro (APQ7).

L'obiettivo principale, commenta ancora Maurizio Lucidi, è quello di promuovere lo sviluppo delle filiere agricole più rappresentative del territorio, attraverso la realizzazione di specifici interventi operativi a sostegno degli operatori del settore. Le due filiere principali che vengono messe in risalto sono quella zootecnica (in particolare quella legata all'allevamento di bovini da carne) e quella orticola legata alla coltivazione di alcuni ecotipi locali di fagiolo, importanti sia per la loro qualità organolettica che per il fatto di rappresentare un patrimonio di biodiversità agricola da tutelare .

Gli interventi specifici portati avanti dall'Ente Parco, illustra il Commissario Lucidi, per la filiera orticola sono:

1) IL RECUPERO E LA CONSERVAZIONE DEGLI ECOTIPI LOCALI DI FAGIOLI attraverso:

  • - un lavoro di ricerca (in collaborazione con l'Università della Tuscia, Dipartimento di Miglioramento Genetico) per la definizione dei caratteri che permettono di distinguere le varietà locali di fagiolo da varietà provenienti da altri territori;
  • - l'attivazione della Casa della Biodiversità, deposito comune di semi di leguminose e altre specie vegetali del territorio in via di estinzione, a cui gli operatori agricoli del Parco potranno attingere

2) L'INCENTIVAZIONE DELLA COLTIVAZIONE E DELLA PRODUZIONE DI FAGIOLI

  • Questo intervento prevede azioni rivolte agli agricoltori per il miglioramento della coltivazione e quindi della produzione dei diversi tipi di fagiolo, in modo da aumentare l'offerta di queste eccellenze sul mercato.

3) LA VALORIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE PRODUZIONI LOCALI attraverso:

  • - la costituzione e la strutturazione organizzativa di un Comitato (o Consorzio) intercomunale di produttori di fagioli del Parco dei Monti Simbruini che permetta ai produttori di rafforzare la propria posizione rispetto al mercato;
  • - l'attivazione di un laboratorio per la lavorazione, il confezionamento e l'etichettatura dei fagioli (e dei legumi in generale) del territorio per aumentarne il valore aggiunto dei prodotti;
  • - la promozione del prodotto sul mercato di riferimento, rappresentato soprattutto dall'area metropolitana di Roma, e la commercializzazione del prodotto confezionato ed etichettato attraverso l'individuazione di opportuni canali di vendita, anche on-line.

Sabato 10 e Domenica 11 novembre quindi si svolgerà in Piazza Italia la sagra del fagiolo ciavattone di Vallepietra, due giorni dedicati alla valorizzazione e promozione di questo prodotto speciale, tra tavole rotonde, mercatino, intrattenimento e buoni prodotti da assaporare.

info sulla sagra: www.comunevallepietra.it



Fonte: http://www.lazionauta.it/ix-sagra-del-fagiolone-e-dello-scacchia

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Parco Naturale Regionale Monti Simbruini