Vai alla home di Parks.it

Il monitoraggio degli stagni del Parco al centro di uno studio di rilevante interesse faunistico ed ecologico

(Gravina in Puglia, 25 Feb 16) Continua a dare i suoi frutti la collaborazione fra l'Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia e il Di.S.Te.B.A. (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell'Università del Salento) che dal 2012 ha avviato uno studio sulle caratteristiche biologiche ed ecologiche degli stagni del Parco.
Dopo i risultati preliminari, già pubblicati nel corso del primo anno di studio si aggiungono nuove interessanti scoperte che mettono in risalto le peculiarità biologiche tipiche degli stagni del Parco Nazionale dell'Alta Murgia.  Lo scorso 16 Febbraio 2016, infatti, è stata pubblicata on-line sulla prestigiosa rivista HYDROBIOLOGIA (http://link.springer.com/[...] ) una ricerca basata su tre anni di monitoraggio sulle comunità a crostacei di 19 stagni con idro-periodo (durata di permanenza dell'acqua) variabile localizzati in area Parco. Crostacei planctonici microscopici come i copepodi, i cladoceri, gli ostracodi, ma anche i grandi branchiopodi fra cui Triops. In via preliminare i dati dello studio erano già stati presentati lo scorso Aprile 2015 nell'ambito di un meeting internazionale tenutosi a Sassari proprio in tema di Stagni Temporanei.

Leggi il comunicato stampa

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2016 - Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia