Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena

www.lamaddalenapark.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Salvata un'altra tartaruga marina nelle acque del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena

Comunicato stampa del 13 agosto 2021

(La Maddalena, 13 Ago 21) Il Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena prosegue le operazioni di salvataggio sugli animali marini in difficoltà grazie all'accordo siglato con il Parco Nazionale dell'Asinara nell'ambito della Rete Regionale per la per la conservazione della fauna marina, istituita dal Servizio Tutela della Natura dell'Assessorato all'Ambiente della Regione Sardegna.

L'11 agosto 2021, l'Associazione SEA ME Sardinia, incaricata dal Parco Nazionale, ha ricevuto infatti una segnalazione dalla Capitaneria di Porto di La Maddalena relativa al recupero di una tartaruga marina in difficoltà, effettuato dall'equipaggio di una imbarcazione a vela a Nord dell'isola Pecora, Est dell'isola di Caprera (SS).

L'armatore, Diego Fadda, riportava di aver osservato la tartaruga nuotare con difficoltà, non in assetto, sbandata sul lato sinistro e che l'animale respirava "a fatica". Gli operatori di SEA ME Sardinia, in continuo contatto con la Dr. Gaio dell'Ufficio Ambiente del Parco Nazionale, hanno quindi programmato l'intervento che si è potuto concludere tempestivamente anche grazie alla Capitaneria di Porto di La Maddalena, che si offriva per un supporto immediato sul luogo in cui la barca si trovava all'ancora.

Durante la navigazione sulla motovedetta della Capitaneria di Porto di La Maddalena, si è provveduto a idratare l'animale e a coprirne gli occhi, tenendo libere le narici. La tartaruga, battezzata dai suoi soccorritori "Lady Wolf", è stata quindi trasportata al porto di Cala Gavetta, dove sono stati raccolti dati biometrici, fotografici e alcuni dati sulle condizioni di salute. Successivamente l'animale è stato trasportato e consegnato all'Associazione CRAMA, per il ricovero presso il Centro di Recupero del Parco Nazionale dell'Asinara.

Nel 2021 questa è già la quarta tartaruga marina recuperata viva nelle acque del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena e ricoverata presso il Centro di Recupero dell'Asinara. In totale dal 2020, sono stati effettuati 15 interventi tra recuperi e spiaggiamenti di cetacei e tartarughe marine, condotti dal Parco Nazionale di La Maddalena in collaborazione con l'associazione SEA ME Sardinia.

Caretta caretta è la specie più comune di tartaruga marina nel Mar Mediterraneo ed è soggetta a minacce derivanti principalmente dall'impatto antropico. Ricordiamo che in caso di avvistamento e/o spiaggiamento di cetacei o tartarughe marine in difficoltà o privi di vita, la prima cosa da fare è chiamare i numeri gratuiti della Capitaneria di Porto (1530) o del Corpo Forestale di Vigilanza ambientale (1515) segnalare l'evento e attendere l'intervento degli esperti evitando di toccare gli animali, che potrebbero avere patologie infettive potenzialmente pericolose anche per l'uomo.  

Firmato da

Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena

Capitaneria di Porto di La Maddalena

Parco Nazionale dell'Asinara

Associazione SEA ME Sardinia

CRAMA  - Centro di Recupero animali marini Asinara

La Capitaneria di Porto di La Maddalena a supporto del Parco con gli operatori di Seame Sardinia
Il personale del CRAMA e di SeaMe Sardinia al momento della consegna di "Lady Wolf"
La tartaruga salvata, battezzata: "Lady Wolf"
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena