Vai alla home di Parks.it

CLEAN SEA LIFE diventa arte

(Porto Torres, 21 Ago 18) Elena e Andrea sono due bambini di 9 e 7 anni. Sono andati al mare in Sardegna tutta l'estate, come tutti i bambini sardi. Ma quest'anno avevano un nuovo obbiettivo divertente: raccogliere tutta la plastica che trovavano sulla spiaggia, soprattutto tappi di bottiglia colorati. Con queste improbabili tessere di mosaico si sono divertiti a fare mosaici di plastica riciclata.

Purtroppo è tanta la plastica che si trova sulle spiagge, vari oggetti di tutte le forme e colori, abbandonati dall'uomo nell'ambiente per insipienza ed arrivati dopo un lungo giro sulle nostre coste. Clean Sea Life è un progetto LIFE con Capofila il Parco Nazionale dell'Asinara con partner Legambiente, Medsharks, Conisma, Cetacea, MPNetwork che da tempo si occupa di diffondere una nuova cultura per limitare l'uso della plastica usa e getta, per evitare di gettare alcun tipo di rifiuto, per raccogliere gli oggetti abbandonati prima che si disintegrino in frammenti impossibili da rimuovere e letali per molti organismi del mare. Proprio quello che hanno fatto Elena e Andrea, che con impegno e fantasia hanno inventato una nuova arte.

Come loro, chiunque si può impegnare firmando sul sito www.cleansealife.it a "non lasciare nulla in mare o sulla spiaggia e a rimuovere una bottiglia, un flacone, una lenza abbandonata prima che possa danneggiare un animale o che si sbricioli in milioni di coriandoli impossibili da eliminare".

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente Parco Nazionale dell'Asinara