Vai alla home di Parks.it

Da Samo a Montalto

A piedi         
  • Segnavia: segnato rosso-bianco e n 116

Il percorso da Samo a Montalto (segnavia rosso-bianco e n 116), che congiunge la costa orientale dell'Aspromonte alla sua più alta vetta, è dedicato agli amanti della natura e soprattutto a chi è affascinato dalle tracce che l'uomo ha lasciato nei secoli con il suo lavoro e la sua storia. Il primo impianto di Samo fu edificato da una popolazione d'origine greca nei pressi della costa; l'abitato fu in seguito spostato verso l'interno per meglio difenderlo dalle incursioni dal mare. Dopo il '400 esso prese il nome di Precacore; distrutto dal terremoto nel 1783 e quindi ricostruito, fu abbandonato dopo il terremoto del 1908 e riedificato poco più a valle, dove si trova attualmente. Dal 1911 il suo nome è tornato Samo. I ruderi di Precacore si trovano poco distanti dalla costa: su un picco a circa 400 metri sul livello del mare, tra la fiumara La Verde e il vallone Santa Caterina. Il sentiero per Montalto, percorribile in due giorni, attraversa paesaggi quasi irreali, costituiti da dirupi e anfratti, da vallate profonde e fiumare impetuose, da picchi assolati e da boschi così fitti che la luce quasi non vi penetra.


 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte