Vai alla home di Parks.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Precacore

Borgo di Precacore
Borgo di Precacore

Il borgo di Precacore si trova in cima ad un cocuzzolo di roccia e in posizione panoramica sul letto della Fiumara La Verde e sui paesi circostanti.
Precacore e l'attuale abitato di Samo si fronteggiano, divisi dal vallone Santa Caterina, il borgo è facilmente raggiungibile con una passeggiata seguendo un suggestivo sentiero che si inerpica sui fianchi del pendio sul quale insistono i ruderi dell'antico centro.

Tra le sue case ormai dirute, spiccano due chiese che negli ultimi anni sono state recuperate con interventi che hanno rinforzato tetti e pareti non snaturando la struttura originaria: la Chiesa di San Giovanni Battista e quella di S. Sebastiano che presenta ancora visibili affreschi del quattrocento.

Inoltre all'interno della chiesa di San Giovanni Battista, già Santa Maria delle Grazie, è possibile notare tracce di un affresco murale della Madonna Nera. 

I ruderi del castello Pitagora, lo scheletro di qualche antica casa; ma soprattutto i vicoli caratteristici che lasciano immaginare la vecchia Precacore nella sua piena vitalità, accompagnano una passeggiata che regala l'emozione di un ambiente unico e una vista panoramica eccelsa.
Di recente Precacore è stato "illuminato", grazie all'accordo di programma siglato tra Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte e Amministrazione Comunale, per il recupero architettonico, la messa in sicurezza della rupe e la valorizzazione culturale di Precacore. Dopo decenni l'antico borgo ha riconquistato la luce grazie ad un innovativo impianto di illuminazione a risparmio energetico. L'intervento, concepito e realizzato nel rispetto dei valori paesaggistici ed ambientali tutelati dal Parco Nazionale, interessa tutto il percorso pedonale che dal vallone Santa Caterina conduce fino alla sommità della rupe di Precacore, l'antico insediamento meta di molti visitatori.

Comune: Samo (RC)  Regione: Calabria


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte