Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

www.cilentoediano.it
 

Mobilità, nel Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni la rete di Bike sharing tra le più grandi d'Italia

Pellegrino: "Progetto di grande impatto naturalistico che coinvolge 36 Comuni"

(Vallo della Lucania, 04 Nov 22) All'interno del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni nasce una delle reti di Bike sharing tra le più significative e più grandi d'Italia. Parte la procedura di gara per la realizzazione di 36 stazioni dotate di tutte le infrastrutture necessarie che coinvolgono 36 Comuni del Territorio.  Il progetto, finanziato con oltre 2 milioni di Euro, nell'ambito del programma 'Parchi per il clima' ha completato l'iter amministrativo e autorizzativo.

"Sono particolarmente soddisfatto per l'ambizioso progetto che finalmente vede la luce. Oggi diamo il via a un percorso virtuoso, di grande forza e di grande valore che va ad arricchire il patrimonio legato ai servizi per il turismo all'interno del nostro Parco Nazionale. E' stato un percorso lungo, rallentato da una burocrazia eccessiva e spesso poco razionale, ma  siamo riusciti a chiudere il complesso e articolato iter autorizzativo, dando il via al bando di gara per l'assegnazione dei lavori". Così, Tommaso Pellegrino, Commissario straordinario del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni nel corso della conferenza stampa di presentazione.

"Si tratta di una delle reti per il Bike sharing tra le più grandi d'Italia - ha puntualizzato Pellegrino - realizzata in un Territorio dove la lotta ai cambiamenti climatici e la promozione del turismo sostenibile costituiscono un pilastro importante delle politiche dell'Ente Parco. Il tema del risparmio energetico e della produzione di energia rappresentano elementi di assoluta necessità soprattutto in questo periodo storico, soprattutto se vogliamo dare dei segnali concreti di autonomia energetica. Ai sindaci e agli amministratori dei 36 Comuni coinvolti vanno i miei ringraziamenti, unitamente alle Associazioni che si occupano di mobilità legata alla bicicletta che hanno aderito con entusiasmo. Nasce una rete virtuosa che crea sinergie tra la componente pubblica e quella privata. Un'opportunità in più per il turismo esperenziale che rappresenta il punto di forza dei nostri Territori. In un momento in cui il brand Cilento è tra i più riconosciuti d'Italia - ha concluso Pellegrino - dobbiamo continuare a investire su questa forma di turismo che attrae visitatori in grado di coniugare l'interesse per il paesaggio, la natura, l'arte e la cultura con il rispetto del Territorio. Quale migliore modo se non farlo in bici".

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni