Vai alla home di Parks.it

Via al concorso "Mieli dei Parchi della Liguria" Edizione 2018

Ritorna il concorso "Mieli dei parchi della Liguria" 2018, aperto a tutti gli apicoltori che operano nei Comuni dei Parchi Alpi Liguri, Antola, Aveto, Beigua, Cinque Terre, Montemarcello-Magra, Piana Crixia, Portofino, Portovenere

(Riomaggiore, 25 Giu 18) Al via l'edizione 2018 per il concorso "Mieli dei Parchi della Liguria",  una manifestazione che negli anni passati ha prodotto sempre ottimi e interessanti risultati soprattutto a beneficio dei numerosi apicoltori che operano all'interno delle aree protette della  regione Liguria.  

Gli apicoltori che intendono partecipare al Concorso dovranno consegnare entro il 31 agosto 2018 per ogni tipo di miele per il quale vogliono concorrere:

-         una campionatura costituita da n° 3 confezioni da 250 gr ciascuna; i vasi completamente anonimi, dovranno essere precedentemente ritirati presso le sedi comunicate nella lettera di invio;

-         i campioni devono essere completamente riempiti, i campioni non debitamente riempiti NON verranno accettati;

-         scheda di partecipazione / autocertificazione (in allegato) debitamente compilata;

-         i campioni vanno consegnati, entro la data sopraindicata, nelle sedi elencate nella lettera di invito.

Sono ammessi al Concorso solo campionature di miele:

-         prodotte sul territorio dei Comuni facenti parte delle aree del Parco o comunque provenienti da apiari situati in aree ad esso funzionalmente connesse;

-         provenienti da partite prodotte nell'annata;

-         estratte da favi mediante centrifugazione;

-         perfettamente pulito (senza schiuma o corpuscoli estranei);

-         con contenuto di acqua inferiore al 18%;

-         con contenuto di idrossimetilfurfurale (HMF) inferiore a 10 mg/kg.

In deroga a quanto sopra esposto e limitatamente ai mieli di erica arborea e di corbezzolo sono ammessi i seguenti limiti:

-         contenuto di acqua minore del 19,5%;

-         contenuto di idrossimetilfurfurale inferiore a 15mg/kg.

Detti mieli dovranno comunque presentarsi in ottimo stato di conservazione.

Ogni apicoltore non può presentare a Concorso più di un miele per tipologia.

I campioni saranno valutati nell'ambito della categoria dichiarata (monoflora, poliflora e melata) attraverso le analisi più idonee a mettere in evidenza pregi e difetti del prodotto. In particolare saranno utilizzate analisi chimico-fisiche, effettuate presso il Laboratorio Regionale per le analisi dei terreni e produzioni vegetali di Sarzana, ed analisi organolettiche, per le quali sarà utilizzata una giuria composta da assaggiatori iscritti all'Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele.

Tutti i mieli con valori non conformi a quanto previsto dalla "scheda di caratterizzazione dei mieli italiani" e non corrispondenti alla categoria dichiarata, saranno esclusi dal Concorso.

Verranno valutate le caratteristiche visive (colore, omogeneità, cristallizzazione, impurità), olfattive, gustative e tattili (facendo riferimento essenzialmente alla forma e dimensione dei cristalli).

A tutti i campioni di miele che verranno riconosciuti perfettamente rispondenti ai migliori standard qualitativi per i parametri considerati, verrà assegnato un attestato di qualità, con il riconoscimento di una, due o tre api d'oro.

In allegato la scheda di partecipazione al concorso.


Allegati:
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre