Vai alla home di Parks.it

Contro la siccità, il Piano antincendio del Parco

Imponente il dispiegamento di forze: Vigili del Fuoco, un elicottero antincendio, due autobotti, due squadre di protezione civile, una squadra di antincendio boschivo (AIB) e personale dirigente (DOS) per gestire i mezzi aerei presenti.

(Sabaudia, 03 Lug 17) La crisi idrica e la siccità anomala stanno colpendo buona parte dell'Italia, mettendo a dura prova le produzioni agricole e facilitando il diffondersi di incendi, soprattutto nelle zone boschive.
La capacità e la prontezza nell'affrontare questa calamità è fondamentale per prevenire ed evitare danni; per questo il 1 luglio è iniziata la Campagna Antincendio Boschivo grazie alla collaborazione tra Regione Lazio e Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

Con l'accorpamento voluto dalla Riforma Madia, le squadre antincendio del Corpo Forestale dello Stato sono state trasferite nei Vigili del fuoco e saranno questi ultimi a gestire lo spegnimento e la direzione delle attività di antincendio. I Carabinieri Forestali avranno il compito di prevenire gli incendi, pattugliare il territorio ed investigare sulle eventuali cause scatenanti.

"Senza clamore e già da alcuni mesi il Parco – ha dichiarato il suo Direttore, Dott. Paolo Cassola - lavora con senso di responsabilità istituzionale per trovare le soluzioni, preoccupati soprattutto del rischio. E proprio di fronte ad una crescente preoccupazione e ad un sostanziale stallo, il Direttore del Parco il 14 giugno ha inviato tre lettere, una alla Regione Lazio, una ai Carabinieri Forestali e una ai Sindaci del Parco mettendo a conoscenza tra gli altri il Prefetto di Latina sempre sensibile su questo tema, per chiedere "chiarezza e sollecitare soluzioni ormai indifferibili".

La risposta della Regione Lazio, tramite una nota della Protezione Civile è stata immediata. "Innanzitutto è stato disposto – ha spiegato Cassola esibendo la comunicazione giunta dalla Protezione Civile - il potenziamento della flotta aerea regionale prevedendo un elicottero con base a Pontinia che è già attivo. Riguardo alle autobotti di proprietà del Parco, acquistate con fondi del Ministero dell'Ambiente, saranno affidate ad associazioni di protezione civile regionale. Inoltre, nell'ambito della convenzione sottoscritta la scorsa settimana a Roma con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, firmata anche dal Prefetto di Latina, è stata garantita una squadra del Corpo stesso, con specifiche funzioni AIB, in una base provvisoria di Sabaudia.

"Vorrei ringraziare quindi – sottolinea il Direttore del Parco - la Regione Lazio nella persona del Governatore Zingaretti e la Protezione Civile regionale per la sensibilità dimostrata e l'immediatezza delle azioni messe in campo. Sono sicuro che le criticità ancora in essere saranno superate a breve visto il valore dei soggetti in campo e il senso di professionalità delle persone coinvolte. Lunedì sarò in Regione per completare alcuni dettagli". 

Oltre alle sedi operative dei Vigili del Fuoco di Aprilia, Latina, Terracina, Gaeta e Castelforte operative 24 ore su 24, sono state attivate altre squadre AIB a Sonnino, Fondi e appunto Sabaudia, attive dalle 8 alle 20. Sul territorio verranno impiegati anche DOS (Direttori delle Operazioni di Spegnimento) pronti a dirigere le operazioni di antincendio aereo del Corpo, attivi dall'alba al tramonto.

Sul fronte degli incendi sono stati più di 35 gli interventi nello scorso fine settimana soprattutto nel comune di Pontinia e Sabaudia, nei siti interessati le operazioni di spegnimento sono andate a buon fine e le fiamme sono state domate, a riprova della rapidità e della professionalità delle forze messe in campo. 

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Parco Nazionale del Circeo