Vai alla home di Parks.it

Attentato al Parco, chiuso il cerchio: titolare di stabilimento si costituisce

Sabaudia, posizione al vaglio

(17 Set 19)  

Svolta nelle indagini dell'attentato incendiario alla sede del Parco Nazionale del Circeo dello scorso mese di giugno e dell'atto intimidatorio contro il Comandate dei Carabinieri Forestali. Ieri un uomo di Sabaudia, molto conosciuto nella città delle dune e titolare di uno stabilimento balneare, si sarebbe costituito spontaneamente. Al momento l'uomo non è stato arrestato perché la sua posizione è ancora al vaglio. Le indagini condotte dal comando provinciale dei Carabinieri avevano stretto il cerchio sin dalle prime battute sui titolari degli stabilimenti balneari del lungomare di Sabaudia, destinatari di provvedimenti e di sequestri nell'estate 2019.

"Mi sono voluto complimentare con il comandante Vitagliano per l'attività svolta -, dichiara Paolo Cassola, Direttore dell'Ente Parco -. visto che l'attentato risale al 24 giugno e in due mesi e mezzo si è arrivato ad avere un piano ben definito. Chiaramente bisognerà comunque attendere ulteriori conferme". 

Un'indagine che potrebbe rappresentare un punto di svolta per tutto il territorio dando il via ad un'era nuova per le realtà balneari di Sabaudia, spesso al limite della legalità.  "Va constatato che molte attività hanno già provveduto a eliminare gli abusi ripristinando le strutture secondo le autorizzazioni. Questa inchiesta servirà più che per colpire i singoli soprattutto per fare chiarezza e trasparenza su una situazione solidificata sul territorio, ingiustificabile per tanti aspetti, "arretrata" rispetto alla bellezza degli ambienti e dell'attività economica".

 


Scarica

Fonte: www.ilcaffè.tv

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale del Circeo