Vai alla home di Parks.it

L'appello per difendere le zone umide della provincia di Latina

Da Lazio Pro Natura

(03 Feb 20)  

L'associazione Lazio Pro Natura, in occasione della "Giornata mondiale delle zone umide", ha ricordato che tra i 52 siti protetti da tale convenzione in Italia ci sono i Laghi costieri del Parco Nazionale del Circeo.
«Per far fronte al consumo di suolo - si legge nella nota inviata alla stampa -, vicino al 10% del territorio laziale (Ispra - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), numerose sono le zone umide entrate a far parte in questi anni della rete ecologica europea "Rete Natura 2000", che include Siti di Interesse Comunitario (SIC), Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e Zone di Protezione Speciale (ZPS) atte a proteggere ambienti e specie di interesse conservazionistico ai sensi delle Direttive Europee Habitat  e Uccelli. Queste aree contengono elevata biodiversità e svolgono fondamentali funzioni sia per gli ecosistemi che per gli umani che vi abitano. Ad esempio, dalla fascia pedemontana della Piana Pontina alle foci del Garigliano, all'arrivo dei primi freddi, enormi stormi di anatre si accingono annualmente ad abbandonare i siti di nidificazione e affrontano un lungo viaggio verso Sud verso aree dal clima più mite. Più di un migliaio di individui si fermano nei dintorni, da quasi 20 anni, presso il Giardino di Ninfa e i laghetti del Parco Pantanello. Questo ambiente umido fu realizzato grazie ad un ambizioso progetto Life, è divenuto un'area fondamentale per gli uccelli migratori che vi trovano sicurezza e ristoro durante i loro lunghi viaggi. Ricordiamo inoltre che le restanti zone umide del lazio sono cruciali anche per la salvaguardia degli anfibi, le cui popolazioni stanno subendo un grave declino a livello mondiale.

Secondo il Segretariato della Convenzione di Ramsar, l'87% delle zone umide del mondo sono andate perse negli ultimi 300 anni a causa dell'azione umana. È per questo fondamentale svolgere un'adeguata attività di sensibilizzazione verso l'opinione pubblica, che risulta essere la principale barriera contro la distruzione di questi hotspot di biodiversità. Lazio Pro Natura invita tutti pertanto tutti a visitare le zone umide e a combattere per difenderle ogni giorno dal bracconaggio e dall'abusivismo edilizio».











 


Scarica

Fonte: www.ilcaffè.tv

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale del Circeo