Vai alla home di Parks.it

I Parchi cinesi in visita al Parco Nazionale Gran Paradiso

(Torino, 15 Dic 15) Venerdì 11 dicembre una delegazione dell'Associazione Cinese dei Parchi Nazionali e Siti Paesistici ha partecipato ad una visita ufficiale nel versante valdostano del Parco Nazionale Gran Paradiso, nell'ambito di un incontro dedicato allo scambio di esperienze con  aree protette italiane e francesi.

L'incontro è stato richiesto proprio dall'associazione cinese, rappresentata dal segretario generale Li Se, per cercare opportunità di comunicazione con altri parchi nazionali, iscritti nella Green list mondiale, in vista di nuove possibili candidature all'ingresso nella Green List IUCN di parchi nazionali dell'estremo oriente. Il Parco Nazionale Gran Paradiso per l'Italia è stato una scelta privilegiata  grazie alle sue ottime prestazioni nel progetto Green List dell' IUCN. I suoi valori naturali ed i  piani di gestione dai quali i parchi cinesi ritengono di poter  imparare hanno lasciato una profonda impressione al congresso mondiale dei Parchi di Sydney dell'anno scorso. Oltre alla visita del territorio e delle attività svolte dall'Ente Parco, nell'occasione è stata lanciata una proposta di gemellaggio con il Parco del Xinjiang Tianshan, che per caratteristiche riporta diverse similarità con quello del Gran Paradiso.

La delegazione è stata accompagnata dal presidente del Parco, Italo Cerise, dall'Assessore all'agricoltura e risorse naturali della Regione Autonoma Valle d'Aosta, Renzo Testolin, e dall'Assessore del Comune di Cogne, Andrea Celesia e dal Direttore della Federazione Italiani dei Parchi, Corrado Teofili.

Nel corso della giornata i membri della rappresentanza hanno visitato la Valnontey ed il Giardino botanico alpino Paradisia, struttura che è già in contatto con diversi giardini botanici cinesi, e il centro visitatori del Parco di Cogne, gestito da Fondation Grand Paradis. Dopo aver degustato un buffet  a base di prodotti tipici ed a marchio del territorio la delegazione si è spostata nel pomeriggio in Valsavarenche, dove ha effettuato una breve visita alla valle  insieme all'Ispettore di sorveglianza Stefano Cerise. Come già al mattino l'incontro con la sorveglianza è stato caloroso e gratificato dall'avvistamento di numerosi camosci e stambecchi e persino di un gipeto.

Il Presidente del Parco, Italo Cerise, ha così commentato: "Proseguono le attività collegate all'inserimento del Parco nella Green List IUCN, la visita della delegazione cinese attesta le buone pratiche per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio intraprese dal Parco, e ne conferma l'impegno, riconosciuto a livello internazionale. Mi auguro che da questa visita possano nascere future collaborazioni tra i due parchi con positive ricadute economiche sui territori di riferimento".

L'Assessore all'agricoltura e risorse naturali della Regione Autonoma Valle d'Aosta, Renzo Testolin: "La visita della delegazione cinese nella giornata dell'11 dicembre, Giornata Internazionale della Montagna, credo che vada a rafforzare, nel contesto internazionale, la centralità delle nostre aree protette così come dell'intera Regione quale modello di territorio sostenibile. Confidiamo che l'interesse dei parchi cinesi per la nostra realtà potrà tradursi nel tempo in opportunità di accoglienza di nuovi ospiti interessati alla nostra cultura, alla nostra natura, alle nostre tradizioni, in una parola interessati alla Valle d'Aosta."

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente Parco Nazionale Gran Paradiso