Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

www.gransassolagapark.it
Mappa interattiva
Mostratevi online ai lettori di Parks.it

Montereale

Cittadina antica, ricca di sorgenti e acqua

Montereale
Montereale
Soggiorni
Dove dormire a:
Aringo, Montereale
 
Dove mangiare a:
Montereale

Descrizione e Cenni storici
Il centro abitato di Montereale è posto "a cavallo" del crinale di un colle che si affaccia sulla vasta Alta Valle dell'Aterno che la cinge da 3 lati.
Il territorio di Montereale, unitamente a quello di L'Aquila, nella preistoria fu popolato in epoca relativamente tarda rispetto alle altre aree della regione abruzzese, a causa della presenza di un'enorme distesa d'acqua che ricopriva la vallata. In un Registro dei Decurioni di Montereale, risalente al 1815, si afferma che prima di Montereale esisteva nel sito medesimo una città d'anticchissima origine, chiamata Maronea, fondata dai Pelasgi e distrutta nell'anno 550 d.C.
Nel 572 il territorio di Montereale fu compreso nel Ducato di Spoleto, di origine Longobarda. Il paese si sviluppò soprattutto in epoca Medievale quando era conosciuto con il nome di Monte Reagalis. Successivamente i Farnese contribuirono allo sviluppo commerciale del paese.
In occasione delle nozze (avvenute nel 1536) tra l'Arciduchessa Margherita d'Austria, figlia naturale dell'Imperatore Carlo V, e Alessandro dei Medici (nipote del papa Clemente VII), Carlo V costituì per la figlia una cospicua dote comprendente, tra l'altro, L'Aquila, Penne, Campli, Cittaducale, Leonessa e Montereale. Margherita si stabilì in un primo tempo a Parma, ma successivamente si trasferì nelle due residenze alternative di Cittaducale e Montereale nel "Palazzo Farnese", sito tra il Convento degli Agostiniani (l'attuale chiesa del Beato Andrea) ed il Palazzo Cassiani. Durante questo periodo Montereale raggiunse la sua massima estensione comprendendo anche i territori dell'attuale comune di Capitignano e dell'ex comune di Mascioni. Il 14 gennaio 1703 una violentissima scossa di terremoto annientò quasi del tutto Montereale, provocando 800 vittime.
Tutta la zona è ricca d'acqua: nella valle sgorgano numerose sorgenti e scorrono numerosi torrenti, quali il Mozzano, il Mondragone, il Rio Piano, uno dei quali, verosimilmente il Fosso Selva delle Conche è ritenuto la vera sorgente del fiume Aterno. Nel Comune di Montereale nascono:

  • l'Aterno che passa all'Aquila, poi, nei pressi di Popoli, preso il nome di Pescara sfocia nell'Adriatico appunto presso quel capoluogo;
  • il Tronto, che sul versante opposto, volge verso Amatrice e poi passato Ascoli Piceno, sfocia sempre nell'Adriatico, nei pressi di S. Benedetto del Tronto;
  • il Velino, che va verso la Salaria, poi Rieti e poi si immette nel Tevere, fino al mar Tirreno.

Prima che l'Aterno si fosse aperto il varco di Marana (probabilmente con l'aiuto dei Benedettini, dopo l'anno 1.000) la valle di Montereale era un lago.

  • Abitanti: 2.277
  • Altitudine: 948 metri slm

Altre informazioni

Provincia: L'Aquila Regione: Abruzzo
Sito ufficiale: www.comune.montereale.it

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga