Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

www.gransassolagapark.it

Civitella del Tronto

Caposaldo della storia d'Italia

Civitella del Tronto
Civitella del Tronto

Descrizione e cenni storici
Civitella del Tronto è situata su una rupe rocciosa di travertino ed è sovrastata dalla sua Fortezza, ultimo baluardo dei Borbone e del Regno delle Due Sicilie. Le origini del paese non sono chiare, anche se nelle località Ripe di Civitella, come nella Grotta Sant'Angelo, oggi museo, sono stati rinvenuti importanti reperti del Neolitico e del Paleolitico superiore. Si ritiene che la cittadina sia stata fondata sui resti della città picena Beregra, anche se le prime testimonianze storiche la collocano nei secoli X-XI come città incastellata. Già nel secolo XIII il paese, appartenente al Regno di Napoli, era cinto da mura e, per la sua particolare posizione geografica di confine con lo stato pontificio, ebbe nei secoli grande importanza strategica.
Autentico scrigno di eventi storici, nel 1557 fu assediata senza successo dalle truppe del Duca di Guisa, generale di Enrico II alleato con il Papa Paolo IV. Proprio durante la guerra tra Francesi e Spagnoli, Civitella cambiò il suo nome in Civitella del Tronto, a significare la centralità del ruolo avuto durante la Guerra del Tronto. La vittoriosa e valorosa resistenza che il popolo della cittadella riuscì a riportare venne apprezzata nell'intero Regno, tanto che ai suoi cittadini furono tolti gli oneri fiscali per quarant'anni e, a spese del demanio regio, furono restaurati gli edifici e la fortezza. Per lo stesso episodio nel 1589 fu elevata al grado di Città e le fu conferito il titolo di Fidelissima da Filippo II di Spagna.
Nel 1798 e nel 1806 il forte venne assediato nuovamente dalle truppe francesi e, difeso dal maggiore irlandese Matteo Wade, sostenne un assedio di quattro mesi contro le ben più numerose truppe Napoleoniche, capitolando con onore il 22 maggio 1806.
La Fortezza fu l'estrema roccaforte dell'esercito piemontese e solo il 20 marzo 1861 l'esercito di Vittorio Emanuele II riuscì ad espugnarla, tre giorni dopo che fosse sancita l'Unità d'Italia. Fu una battaglia terribile in cui l'esercito sabaudo, guidato dal Generale Luigi Mezzacapo bombardò violentemente la fortezza per spegnere la resistenza degli ultimi reparti borbonici.
Anche durante la Seconda Guerra Mondiale la cittadella ebbe un importanza centrale e ospitò sfortunatamente anche dei campi di concentramento, come testimoniano gli elenchi custoditi nell'archivio comunale.

  • Numero abitanti: 5.442
  • Altitudine: 589 m s.l.m.

Altre informazioni

Provincia: Teramo Regione: Abruzzo
Sito ufficiale: www.comune.civitelladeltronto.te.it

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga