Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

www.gransassolagapark.it

Orzo majorino

Orzo majorino
Orzo majorino
Antica Varietà Culturale


La Storia
La coltivazione dell'orzo cominciò durante il Neolitico nel Vicino Oriente. Le più antiche testimonianze risalgono al 10000 AC. Nel 5000 si era già diffuso fino all'Europa centrale. L'antica pratica di somministrarlo ai malati, per la sua facile digeribilità è documentata anche da reperti archeologici rinvenuti intorno all'antico lago Fucino. L'utilizzo di farina d'orzo per la preparazione di un particolare tipo di gnocchi, nell'aquilano, conosciuti come sorgetti, è documentato per tutto il XIX secolo. La farina d'orzo veniva apprezzata anche nella panificazione. Attualmente viene utilizzato per la preparazione di zuppe e minestre anche se la sua coltivazione è più legata all'alimentazione zootecnica.
Il nome di questa antica varietà deriva dal fatto che la sua maturazione avviene nel mese di maggio.

Altre informazioni

I produttori segnalatiLocalità
 Associazione produttori Lenticchia di Santo Stefano di SessanioPina Soc. Agricola Semplice di Mara IannessaCastelvecchio Calvisio (AQ)
 Consorzio Produttori del Canestrato di Castel del MonteAssociazione produttori Lenticchia di Santo Stefano di SessanioAzienda Zootecnica "Gran Sasso" di Giulio PetronioCastel del Monte (AQ)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga